facebook rss

PalaScherma, sul piatto 180mila euro
per bloccare le infiltrazioni d’acqua

ANCONA - Deliberato dalla giunta il progetto definitivo che dovrà portare all'impermeabilizzazione del palazzetto e alla sistemazione delle facciate
Print Friendly, PDF & Email

Spadisti in pedana al PalaScherma di Ancona

 

Sistemazione delle facciate e impermeabilizzazione della copertura. E’ stato deliberato dalla giunta il progetto definitivo che darà nuova luce al PalaScherma di via Monte Pelago. A martoriare negli ultimi anni la struttura sono state le infiltrazioni d’acqua. Si è dunque reso necessario un intervento di impermeabilizzazione. La relazione tecnica illustrativa: «L’impermeabilizzazione delle coperture e delle terrazze ha mostrato, nell’ultimo periodo e con
l’arrivo della stagione invernale, un deterioramento che ha causato l’infiltrazione di acqua durante
gli eventi piovosi, oltre al distacco di una porzione della guaina bituminosa sulla copertura
principale del fabbricato, con conseguente necessità di intervento da parte dell’Amministrazione».  La tecnologia costruttiva scelta è quella della realizzazione di un manto impermeabilizzante ad elevatissime prestazioni, di tipo continuo, costituito da una membrana poliuretanica applicata a spruzzo. Il sistema in questione, risulta calpestabile, antiscivolo grazie all’applicazione di filler di quarzo e resistente ai raggi UV. Oltre all’impermeabilizzazione della copertura, il progetto prevede il completamento delle facciate sud-est e sud-ovest. L’intervento prevede «il distacco delle porzioni di calcestruzzo ammalorate, trattamento delle armature metalliche e ripristino delle sezioni in calcestruzzo con malte
specifiche; intonacatura della facciata sud-est e tinteggiatura. L’intervento di impermeabilizzazione interesserà una superficie di circa 970 mq di coperture praticabili e non, mentre il rifacimento delle facciate interesserà una superficie di circa 550 mq». I lavori rientrano nel progetto più ampio dell’amministrazione, volto al restyling di una serie di impianti sportivi della città. Tra questi, la piscina di Ponterosso, il PalaIndoor della Montagnola e lo Stadio Dorico.

(fe.ser)

Dal nuoto all’atletica leggera: maxi investimenti per la rinascita degli impianti sportivi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X