facebook rss

La scambia per una squillo,
poi la prende a calci e pugni

ANCONA - La donna è stata avvicinata dall'aggressore, intorno alle 5, prima in corso Carlo Alberto e poi in via delle Grazie. L'uomo le ha chiesto delle prestazioni sessuali ma la giovane ha spiegato che non era una prostituta innescando la sua ira. Indagini sono in corso
Print Friendly, PDF & Email

La polizia al Piano (Archivio)

Notandola camminare per strada alle 5 del mattino, l’ha scambiata per una prostituta e dopo averla avvicinata le ha chiesto delle prestazioni sessuali. La donna, una 36enne, spiegato che si trattava di un equivoco è stata presa a calci e a pugni.
L’episodio di violenza è successo nel quartiere delle Grazie dopo un primo approccio avvenuto in corso Carlo Alberto quando l’aggressore l’aveva notata inizialmente. Poco dopo, ecco un secondo incontro in via delle Grazie. Qui la donna è stata picchiata e solo l’intervento di un 67enne, che si era accorto di cosa stava accadendo, ha evitato il peggio. L’anziano ha infatti urlato facendo allontanare l’uomo.
Chiamata la polizia, sul posto sono intervenute le Volanti della questura. I poliziotti hanno soccorso la giovane e chiamato il 118 mentre un’altra pattuglia ha subito iniziato le ricerche. Giunta sul luogo un’ambulanza, la 36enne è stata medicata per poi rifiutare il trasporto in ospedale e tornare a casa con il compagno che nel frattempo l’aveva raggiunta.
Al momento sono in corso indagini da parte degli agenti della Squadra Mobile, impegnati nelle ricerche e nell’identificazione dell’aggressore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X