facebook rss

Allarme alle Palombare:
proiettili in una borsa mimetica

ANCONA - Il rinvenimento in una cabina dismessa dell'Enel, a pochi passi dall'ingresso di Rai Way. Sul posto sono intervenute le Volanti e gli artificieri della questura. La Polizia Locale ha chiuso via dell'Industria per il tempo di via dell'intervento. Indagini in corso
Print Friendly, PDF & Email

La polizia analizza la borsa mimetica a terra

Allarme nella tarda mattinata, poco prima di mezzogiorno, alle Palombare.
All’interno di una cabina elettrica adiacente la sede di Rai Way in via dell’Industria, un passante ha notato un borsone mimetico ben visibile poiché lo sportello del casottino era rimasto in parte aperto mostrando quindi ciò che vi era all’interno.
L’uomo ha avvisato subito gli agenti della Polizia Locale che hanno il proprio comando lungo la stessa via, a distanza di poche decine di metri.
Effettuato un immediato sopralluogo, è stata fatta intervenire la polizia. Arrivate le Volanti e notato che il borsone era effettivamente sospetto anche per il fatto di non avere loghi aziendali e non appartenere dunque a qualche operaio o dipendente Rai, sul luogo sono intervenuti gli artificieri della questura.
Per il tempo necessario a visionarne il contenuto, la strada è stata chiusa in via precauzionale alla viabilità.
Aperto il borsone, all’interno sono stati trovati numerosi proiettili inesplosi: alcuni dentro a buste di plastica trasparente e altri nella propria confezione. Si tratta di un munizionamento da caccia.
Oltre alle cartucce, vi era anche un guanto invernale.
Il materiale è stato quindi catalogato dalla polizia Scientifica e sequestrato.
Al momento però la polizia non ha ricevuto alcuna rivendicazione.
Le piste che seguono gli inquirenti della questura dorica sono dunque due: una riguardante un possibile atto intimidatorio forse nei confronti della Rai; l’altra, che si tratti di un borsone oggetto di furto e poi abbandonato e nascosto dai ladri una volta accortisi di ciò che in realtà avevano portato via.
Le indagini sono tuttora in corso e al momento è presto per delineare con precisione i contorni della vicenda.

(aggiornato alle 17:24)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X