facebook rss

Donna investita sulla Statale, la sindaca:
«Convinta di poter trovare con l’Anas
soluzioni per la sicurezza di Fiumesino»

FALCONARA - Il primo cittadino ha incontrato oggi i vertici regionali della società del gruppo FS dopo la morte della 52enne tunisina Fatma Ben Frej, travolta sabato sera, mentre tornava a casa. L'ipotesi è realizzare percorsi per la protezione dei pedoni. Sul tavolo, anche l'avvio di un dialogo con Conerobus per mettere in sicurezza le fermate
Print Friendly, PDF & Email

La sindaca Stefania Signorini

 

Prime risposte positive da parte di Anas Marche alle richieste del sindaco Stefania Signorini, affinché vengano creati percorsi pedonali in sicurezza nel tratto di Statale Adriatica che attraversa Fiumesino. I responsabili regionali di Anas si sono mostrati disponibili al confronto rispetto all’ipotesi di realizzare opere che tutelino anche i pedoni, oltre che la circolazione. E’ quanto emerso nel pomeriggio di oggi, durante il primo confronto che si è svolto al Castello con i responsabili regionali dell’Azienda per le strade: il sindaco Stefania Signorini ha incontrato l’ingegner Paolo Testaguzza, responsabile della struttura territoriale Marche e il geometra Carmine Piccirillo, responsabile manutenzione. All’incontro hanno partecipato anche gli assessori Raimondo Baia (Polizia locale) e Romolo Cipolletti (Viabilità e segnaletica) e il comandante della polizia locale Luciano Loccioni. Il Comune dovrà ora prendere contatto con la direzione operativa generale di Anas, cui saranno sottoposte alcune ipotesi progettuali di messa in sicurezza per l’attraversamento dei pedoni, che saranno predisposte nei prossimi giorni e dovranno essere vagliate dai tecnici. Per realizzarle sarà necessaria una convenzione tra Comune di Falconara e Anas. L’accordo verrà stretto sulla base di un progetto che dovrà essere condiviso da entrambe le parti.

Nel frattempo il Comune intende avviare un confronto con Conerobus, per valutare la possibilità di adottare soluzioni, anche temporanee, affinché chi utilizza i mezzi pubblici per raggiungere Fiumesino possa farlo senza rischi.

Il punto dell’investimento mortale sulla Statale

«I rappresentanti di Anas si sono mostrati collaborativi – dice il sindaco Stefania Signorini – e sono convinta che potranno essere trovate soluzioni efficaci a garanzia di chi abita e frequenta il quartiere di Fiumesino».

In mattinata il sindaco Signorini aveva incontrato al Castello Salem e Aicha, rispettivamente il marito e la figlia della 52enne tunisina Fatma Ben Frej, profondamente provati dal lutto. Ai familiari della vittima il sindaco ha promesso che farà tutto ciò che le è possibile affinché l’attraversamento della Statale 16 venga messo in sicurezza. Già nei giorni scorsi il sindaco aveva contattato Aicha per esprimerle la sua vicinanza in un momento tanto tragico. «Mi sono commossa e ho partecipato al loro dolore – è il commento del sindaco –. L’incontro ha rafforzato ancora di più la mia determinazione a trovare soluzioni per garantire sicurezza alla comunità di Fiumesino e a tutti i pedoni che affrontano quel tratto di strada».

Investimento mortale sulla statale, il sindaco convoca l’Anas: «Esigo sicurezza per i pedoni»

Attraversa la strada per tornare a casa: 52enne investita e uccisa sulla Statale

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X