facebook rss

Venerdì Santo, il ritorno
della processione dei sacconi (Foto/video)

OSIMO - Dopo i due anni di stop imposti dalla pandemia questa sera per le vie del centro è sfilata la Via Crucis organizzata dalla confraternita della Pia Unione del Cristo Morto
Print Friendly, PDF & Email

 

Solenne e sentita come sempre l’atmosfera del Venerdì Santo che questa sera ha avvolto il cuore di Osimo, illuminato solo dalla luce della fiaccole, durante la processione del Cristo Morto.

Il cataletto preceduto dai Carabinieri in alta uniforme nella processione del Cristo Morto

Non eccessivamente lungo quest’anno il corteo dei fedeli che pregavano con il volto coperto dalla mascherina, al seguito di penitenti e degli oltre 200 sacconi. La Via Crucis osimana, che si ripete da tre secoli, è tornata a sfilare per le vie del centro storico dopo i due anni di stop imposto dalla pandemia. Come tradizione vuole, il corteo si è mosso all’imbrunire con i musicisti della banda comunale, i cantori della corale ‘Borroni’, le croci e le statue portate a spalla dalle stesse famiglie, quasi una eredità che si trasmette di padre in figlio.

A pomeriggio inoltrato i confratelli della Pia Unione del Cristo Morto avevano già cominciato ad indossare i sacconi ed era iniziata la distribuzione di mazze, lampioni, lumini e battistangole, le tavolette sulle quali sono inchiodate delle maniglie mobili di ferro che producono un suono tetro che scandisce il percorso della Passione di Cristo. Davanti all’antico cataletto alto 6 metri una coppia di carabinieri in alta uniforme, e qualche passo avanti l’arcivescovo Angelo Spina con i sacerdoti della città, dietro il gruppo delle autorità civili guidato dal sindaco Simone Pugnaloni e di quelle militari. La processione ha attraversato le piazze centrali e via Pompeiana per poi risalire da via Matteotti e Corso Mazzini e rientrare in Duomo. Prima di affrontare la salita di via Antica Rocca,  la statua della Madonna è stata fatta girare ai quattro lati dagli uomini che la trasportano per la benedizione alla città pronunciata dal vescovo. Tutti varchi del centro sono stati chiusi dalla Polizia locale in collaborazione con la Protezione civile.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X