facebook rss

Inquinamento da tetracloroetilene
nella falda del quartiere campo sportivo:
individuato il responsabile

FABRIANO – Ioselito Arcioni, candidato sindaco del M5S, e il primo cittadino uscente Gabriele Santarelli hanno annunciato la novità in un video messaggio. «Dopo la determina della Provincia, il Comune ora potrà costituirsi parte civile per richiedere il risarcimento danni»
Print Friendly, PDF & Email

Da sin. Gabriele Santarelli e Ioselito Arcioni nel video messaggio

 

Individuato a Fabriano il responsabile dell’inquinamento da tetracloroetilene nella falda del quartiere campo sportivo. A comunicare la novità in un video messaggio sono stati ieri sera il candidato sindaco del M5S, Ioselito Arcioni, con il sindaco uscente della città Gabriele Santarelli. «Grazie al lavoro svolto dall’Ufficio ambiente del Comune su indicazione della giunta e dall’Arpam, la Provincia, con una determina dirigenziale, ha certificato il responsabile dell’inquinamento che ci consente ora di applicare il principio di ‘chi inquina, paga’. – ha sottolineato Santarelli – Oltre al danno rivolto ai cittadini finora c’è anche la beffa della messa in sicurezza 250mila euro già spesi più un milione di fondi europei per sanare la situazione e 110 mila euro investiti ogni l’anno per la barriera idraulica. Adesso si potrà richiedere il risarcimento danni e imporre al responsabile dell’inquinamento di agire per ripulire la falda e la matrice suolo. Certo è una tappa del percorso ma ci piacerebbe proseguire. Il comune può costituirsi parte civile per i giusti risarcimento. E’ il segno di quanto è stato fatto in questi 5 anni per i cittadini. Il lavoro paga e il tempo è gentiluomo».

La vicenda è venuta alla luce ormai 18 anni fa. Le prime anomalie erano stato annotate nel 1996 ma nel 1999 per la prima volta erano stati accertati i valori allarmanti dell’inquinante nelle falde acquifere di quel quartiere «ben diecimila volte il consentito – ricorda ancora Gabriele Santarell – Fabriano è così diventata la terza area più inquinata delle Marche dopo la raffineria di Falconara e del fiume Chienti». Ioselito Arcioni ha aggiunto un dettaglio: «Ci avevano segnalato al tempo diversi casi di Alzheimer e c’è una ricerca negli Stati Uniti che lega l’inquinamento da tetracloroetilene anche a questa patologia e se qualcuno vuole farsi portavoce di questo problema anche con un comitato in questo quartiere credo che sia molto importante». Oggi a Fabriano sarà in visita l’europarlamentare del MoVimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo per sostenere la candidatura di Ioselito Arcioni. Nel pomeriggio incontrerà i rappresentanti delle Associazioni di Categoria con i quali parlerà anche delle opportunità offerte dai bandi europei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X