facebook rss

Nel pc migliaia di file pedopornografici:
musicista patteggia due anni

ANCONA - L'uomo, 50enne residente in Vallesina, era stato arrestato lo scorso settembre dalla Polizia Postale dopo un blitz in casa sua. Attualmente ha pendente come misura l'obbligo di firma nel comune di residenza e ha inviato un percorso di cure al Centro di Salute Mentale
Print Friendly, PDF & Email

(Foto d’archivio)

 

Nel pc deteneva migliaia di file pedopornografici: patteggia due anni (senza sospensione condizionale della pena) un 50enne della Vallesina. L’uomo, con un passato da musicista e attualmente disoccupato, era stato arrestato lo scorso settembre dalla Polizia Postale. Gli agenti gli avevano fatto un blitz a casa dopo un segnalazione pervenuta dagli organi di controllo di Save The Children, sempre attivi sul web per arginare fenomeni illeciti che riguardano minori. I presunti accessi del 50enne a determinati siti avevano fatto scattare l’alert, inviando gli agenti a casa del 50enne. Era bastata un’analisi superficiale del pc per vedere che la memoria era piena di file illeciti, foto ritraenti minori in atteggiamenti sessuali. L’uomo, difeso dall’avvocato Germana Riso, era stato arrestato con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico e rinchiuso in carcere, a Montacuto. Dopo l’udienza di convalida davanti al gip, era stato liberato. Attualmente, ha pendente la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza, una piccola cittadina della Vallesina. Da tempo ha avviato un percorso di cure e supporto al Centro di Salute Mentale di Jesi.

Un milione di file pedopornografici raccolti per 20 anni: arrestato un musicista 49enne

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X