facebook rss

Cinquant’anni dal sisma:
scoperta la targa
in memoria del sindaco Trifogli

ANCONA - Presenti in Comune la moglie e la figlia del primo cittadino, simbolo della ricostruzione post terremoto del 1972
Print Friendly, PDF & Email

La targa in onore di Trifogli

E’ stata scoperta questa mattina in Comune la targa commemorativa dedicata al sindaco del terremoto Alfredo Trifogli. Simbolica la data scelta. Il 14 giugno 1972 si verificò infatti la più forte delle scosse che quell’anno colpì la città: decimo grado della scala Mercalli, dopo uno sciame sismico che perdurava dal 25 gennaio con scosse forti e continue, che avevano già messo a dura prova gli abitanti di Ancona. «Trifogli – ha detto il sindaco Valeria Mancinelli – è ricordato per la sua grandissima personalità, per quello che è riuscito a costruire nella città e soprattutto per il suo impegno nella fase dell’emergenza e della ricostruzione dopo il terremoto».

“A 50 anni dal terremoto che colpì duramente Ancona nel corso del 1972 – si legge nel testo della targa – la Città memore esprime la sua profonda gratitudine al prof. Alfredo Trifogli che, come sindaco di Ancona, seppe far fronte con coraggio e tempestività alla grave calamità e riuscì con coinvolgimento unitario ad impegnarsi con sollecitudine, competenza e trasparenza per la ricostruzione post-sismica”.

Erano presenti alla cerimonia la moglie e la figlia del sindaco Trifogli, Nicoletta e Arianna.

Le manifestazioni in ricordo del sisma proseguono oggi con un appuntamento alle Muse che avrà inizio alle 15,30.

Cinquant’anni fa il terremoto che sconvolse la città

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X