facebook rss

Telefonino-affare per 500 euro
ma l’acquisto online si rivela una truffa

ARCEVIA - La vittima, una 20enne, ha versato la somma e dopo averla incassata il venditore, un 30enne poi denunciato dai carabinieri, ha fatto perdere le proprie tracce
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

Compra online uno smartphone di ultima generazione ritenendolo un affare, invece l’acquisto si è rivelato un tranello. Dopo la denuncia della malcapitata di turno, i carabinieri di Arcevia, Compagnia di Fabriano, agli ordini del capitano Mirco Marcucci hanno denunciato per il reato di truffa un 30enne di Napoli, pluripregiudicato. Vittima del raggiro una 20enne di Arcevia che, intenzionata a cambiare il cellulare, aveva notato in un sito web di compravendite quel telefonino a un prezzo vantaggioso, a meno della metà di quanto solitamente costa nei negozi secondo il listino dei prezzi. La ragazza ha così deciso di contattare il venditore il quale le spiegava che il prezzo era molto concorrenziale in quanto usava un canale di importazione particolare. Così, dopo veloce trattativa, la 20enne ha effettuato un bonifico di 500 euro. Il giorno dopo ha cercato di contattare il venditore per avere gli estremi per poter tracciare la spedizione e farsi trovare a casa all’arrivo del corriere, ma nessuno ha più risposto, nè al telefono, nè tramite pc. La giovane è stata costretta a rivolgersi ai carabinieri di Arcevia per sporgere denuncia. I militari, dopo indagini informatiche, hanno identificato e denunciato il 30enne, già noto per truffa. L’appello che i carabinieri della Compagnia di Fabriano rinnovano è quello di prestare sempre la massima attenzione quando si effettuano acquisti online, soprattutto se i prezzi dei prodotti sono troppo bassi e convenienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X