facebook rss

Cercano di rubare un’auto di lusso:
inseguiti e arrestati due ladri

ANCONA - La proprietaria della Q3 ha chiamato i carabinieri del Radiomobile dopo aver ricevuto un alert sul telefonino che l'avvisava dell'effrazione
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Ancona durante alcuni controlli (Archivio)

La nottata appena trascorsa è finita male per due foggiani che sono stati arrestati in flagranza nel tentativo di rubare un’Audi Q3 parcheggiata in Via Montegrappa, nel rione Adriatico.
Ad allertare i Carabinieri è stata la proprietaria dell’auto che, intorno alle ore 3.30, ha ricevuto un alert sul cellulare che segnalava l’apertura dello sportello. La vettura, era parcheggiata sotto casa ma nessuno oltre lei aveva le chiavi dunque, ha pensato subito a un tentativo di furto.
Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri della Sezione Radiomobile del Norm. I militari hanno individuato immediatamente due uomini, risultati poi essere di Cerignola, proprio nella Q3 mentre erano intenti ad armeggiare per farla partire. Notate le Gazzelle che si avvicinavano, sono scappati a piedi.
L’equipaggio è però riuscito a fermare il primo dei due lungo su Via Toti.
Il complice è stato invece notato mentre scavalcava una recinzione per poi nascondersi sotto una pianta all’interno di una abitazione privata in Via Panoramica.
Richiesto l’ausilio di una pattuglia della Stazione di Ancona Centro, insieme ad un equipaggio della questura, le vie di fuga sono state bloccate.
Grazie alla descrizione fornita dai carabinieri del Radiomobile anche il secondo foggiano è stato arrestato.
Durante le fasi di concitazione i militari si sono accorti di una terza persona, che faceva da palo e che, all’arrivo delle pattuglie, è scappato alla guida di un’auto color giallo ocra.
La ricostruzione degli eventi ha fatto rilevare come, incredibilmente, i malviventi avevano svolto un lavoro veramente certosino: avevano aperto lo sportello anteriore destro forzandolo e quello sinistro dall’interno, approfittando del buio della notte e del silenzio in strada vista l’assenza di passanti. Successivamente, utilizzando una centralina contraffatta, avevano tentato di accendere il motore del veicolo per poi darsi alla fuga.
L’intervento si è concluso con l’arresto dei due ladri, processati in mattinata per direttissima. Entrambi sono stati stati sottoposti all’obbligo di dimora nel comune di Cerignola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X