facebook rss

Investito e ucciso da un’autocisterna:
tragedia agli Archi

ANCONA - E' successo lungo via Marconi, all'altezza del cavalcavia. Il giovane, un 23enne, stava attraversando la strada
Print Friendly, PDF & Email

I soccorsi sul posto

Tragedia lungo via Marconi, agli Archi.
Un’autocisterna ha investito e ucciso un giovane.
Si tratta di un somalo di 23 anni, richiedente asilo politico.
E’ successo all’altezza del cavalcavia, intorno alle 11.30.
Sul posto sono intervenute le ambulanze della Croce Gialla, l’automedica di Ancona Soccorso e la polizia locale.
Il ragazzo, stando a una prima ricostruzione basata sulle diverse testimonianze da parte di persone presenti in quel momento sul posto, molte delle quali in attesa di prendere l’autobus, sembra stesse attraversando la strada dal lato ferrovia verso via Mamiani, sulle strisce pedonali, quando sarebbe stato agganciato dal mezzo pesante, diretto al porto, che lo ha travolto trascinandolo per alcuni metri.
Il camionista si sarebbe accorto di quanto accaduto solo poco dopo, sentendo le urla della gente.
Gli uomini della polizia locale hanno provveduto a delimitare la zona ed effettuare immediatamente i rilievi di rito.
Inevitabili le polemiche immediatamente innescatesi per quell’attraversamento che ha visto ormai numerosi e gravi investimenti.
Nel frattempo, il traffico dalla Stazione è stato deviato su via De Gasperi e dal centro sulla Galleria San Martino.
La salma, rimossa dall’impresa di onoranze funebri Città di Ancona, è stata trasferita all’obitorio di Torrette.
La strada è stata quindi riaperta alla viabilità intorno alle 13.30.

(Aggiornato alle 13.55)

L’autocisterna

I soccorsi sul posto

I soccorsi sul posto

I soccorsi sul posto

L’autocisterna

I soccorsi sul posto

I soccorsi sul posto

I soccorsi sul posto

I soccorsi sul posto

I soccorsi sul posto

I soccorsi sul posto

La salma è stata trasportata all’obitorio dalle onoranze funebri Città di Ancona

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X