facebook rss

Piero Angela, il cordoglio dei sindaci:
«Tra gli esempi più alti per noi
e per le generazioni che verranno»

L'ADDIO al grande divulgatore scientifico nel ricordo della prima cittadina di Ancona, Valeria Mancinelli, e dei colleghi di Osimo, città che ha accolto il giornalista come ospite alla 'Settimana dello Spazio', di Jesi e della città della carta che nel 2012 gli conferì il 'Premio Gentile da Fabriano'
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Lascia una grande vuoto la scomparsa del giornalista e divulgatore scientifico Piero Angela, avvenuta oggi a 93 anni. Sono tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati dal mondo della cultura, della scienza e della politica per l’ideatore  e conduttore di ‘Superquark’ dopo quello del figlio Alberto che questa mattina ha annunciato la sua dipartita con un tweet, “Buon viaggio papà“. Tre parole che hanno toccato il cuore degli italiani.

Fabriano ne custodisce la memoria nell’albo d’oro dei premiato del ‘Premio Gentile da Fabriano’. Piero Angelo lo ritirò nella città della carta il 13 ottobre 2012 nel corso della cerimonia di chiusura della XVI edizione del prestigioso riconoscimento. Osimo invece ha potuto salutare il giornalista anche l’anno scorso, dopo averlo fatto anche nelle edizioni del 2020 e del 2019, intervenuto in video conferenza ad un dibattito della Settimana dello Spazio per parlare della missione dell’Apollo 8 che seguì come telecronista. Il sindaco Simone Pugnaloni lo ha ricordato in un post sui social media. «Se ne va un grande uomo che ha saputo raccontare la scienza parlando la lingua di tutti. – ha scritto Pugnaloni – Osimo lo ricorda con affetto e gratitudine: il suo contributo, nel corso dell’ultima settimana mondiale dello spazio, resterà per sempre nella memoria della città, tra i momenti da incorniciare. Buon viaggio al nostro Piero Angela».

Piero Angela nella video call della Settimana dello Spazio 2021 di Osimo

Anche Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona e presidente dell’Anci Marche, ha rilanciato le parole di  addio di Angela.« “Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese. Un grande abbraccio. Piero Angela” Nelle parole di commiato di Piero Angela al suo pubblico, c’e tutto il valore che ha rappresentato per ognuno di noi e per il Paese intero. – sottolinea la Mancinelli – Un amore grande per la scienza, un modo nuovo e straordinariamente comunicativo per divulgarla, un senso di impegno e responsabilità verso il Paese da perseguire con serietà ed umiltà. Uno degli esempi più alti per noi e le generazioni che verranno». Un punto di vista condiviso anche dal sindaco di Jesi, Lorenzo Fiordelmondo e da tutta l’Amministrazione comunale della città di Federico II che hanno voluto omaggiare la memoria «con affetto» del divulgatore «di grande raffinatezza e sensibilità che, con un linguaggio semplice e coinvolgente, ha saputo far appassionare intere generazioni al mondo della storia, della cultura e della scienza».

Piero Angela a Unicam nel 1988, laurea honoris causa in Scienze: «Così sanato un abusivismo»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X