facebook rss

Osimo, 80enne si sente sola
e chiama la Polizia:
gli agenti le fanno compagnia a casa

L'ANZIANA che soffre di disturbi depressivi, era rimasta sola nella propria abitazione in quanto i figli erano fuori per impegni lavorativi. I poliziotti del Commissariato l'hanno rassicurata e poi, accertato che nell'appartamento fosse tutto in ordine, hanno provveduto a rintracciare uno dei parenti
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Sola in casa ed in preda alla solitudine, una signora di circa 80 anni, decide di chiamare la Polizia di Stato al numero di emergenza per parlare un pò e chiedere compagnia. E’ successo a Osimo e non appena pervenuta la segnalazione, una pattuglia del locale Commissariato, impegnata nell’ordinario servizio di controllo del territorio, si è diretta quindi nei pressi dell’abitazione dell’anziana signora, ubicata in via San Giovanni, nei pressi del cimitero vecchio ed in una zona alquanto isolata, al fine di constatare sul posto le sue reali condizioni e di verificare se avesse necessità di aiuti particolari.

Una volta fatto ingresso all’interno della casa, gli agenti hanno potuto instaurare subito una conversazione amichevole con la donna, la quale lieta del loro arrivo, si è mostrata da subito volenterosa di raccontare loro la quotidianità delle sue giornate d’estate, manifestando apprezzamento e riconoscimento per essere intervenuti sul posto e per averle subito prestato la massima disponibilità qualora avesse avuto bisogno di qualcosa di specifico. In particolare, la donna ha riferito agli operatori di soffrire periodicamente di disturbi depressivi e di accusare il peso della solitudine ogniqualvolta, come spesso accade, rimane sola in casa in quanto due dei suoi figli, con lei conviventi, il giorno escono di casa per impegni lavorativi per rincasare nel tardo pomeriggio.

Una volta accertato che la situazione fosse tranquilla ed all’interno dell’abitazione fosse tutto in ordine, i poliziotti hanno pertanto lasciato sfogare la donna e dopo averla rassicurata che per qualsiasi esigenza avrebbe potuto ricontattare il numero del Commissariato, hanno provveduto a rintracciare uno dei figli, il quale appena informato della situazione, è tornato a casa ed ha confermato quanto narrato dalla madre, ovvero che la stessa soffre ormai da tempo di disturbi depressivi e comincia sempre più ad accusare il peso della vecchiaia e della solitudine, specie nel corso della bella stagione. Al termine dell’intervento, anche il figlio ha ringraziato gli operatori, in quanto con poco sono riusciti a risollevare il morale dell’anziana madre, bisognosa di ascolto e di compagnia.

Intanto, continuano senza sosta le attività di vigilanza e controllo del territorio da parte degli uomini del Commissariato osimano, specie in questi giorni a cavallo di Ferragosto, ove è richiesto un livello di attenzione ancora maggiore in quanto notoriamente le abitazioni dei residenti sono prese di mira da parte di ladri e malintenzionati. Proprio nella giornata di ieri, gli operatori di una Volante del Commissariato hanno sanzionato per ubriachezza molesta, ai sensi dell’art.688 del codice penale, un uomo di Loreto, già conosciuto alle Forze dell’ordine, che in evidente stato di ubriachezza, era intento a molestare alcuni clienti di un bar del locale centro storico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X