facebook rss

Non apre la porta al marito ubriaco,
un anziano non vuole le medicine:
lunga notte di liti in città

ANCONA - La polizia è intervenuta pure per un'accesa discussione avvenuta in strada, sanzionando un 23enne ubriaco
Print Friendly, PDF & Email

Una pattuglia della polizia impegnata in controlli (Archivio)

Le Volanti della polizia, oltre che nei controlli del territorio, sono state impegnate nella serata di ieri pure per riportare la calma in casa, a seguito di alcune liti.
La prima, ha visto una coppia boliviana di 30 anni. La donna ha chiesto l’intervento della polizia perché impaurita per lo stato di ebbrezza in cui si trovava il marito, che voleva gli venisse aperta la porta per rientrare a casa.
Lei si è però rifiutata, temendo qualche reazione eccessiva da parte del marito, dovuta all’abuso etilico. Inoltre, nell’appartamento erano presenti anche i loro figli minorenni.
Sul posto è giunta subito una pattuglia e gli agenti hanno provveduto a garantire la sicurezza della donna, avendo anche accertato che l’uomo era stato responsabile di maltrattamenti in famiglia nei riguardi della donna.
L’uomo è stato quindi allontanato d’urgenza dall’abitazione e nei suoi riguardi, d’intesa con il pubblico ministero di turno, è stata disposta la conseguente misura.
La Polizia di Stato ricorda infatti a tutte le donne di non sottovalutare mai i fattori di rischio all’interno di una relazione affettiva, e di chiedere aiuto fin dai primi segnali di un comportamento riconducibile a maltrattamenti o predominanza.
Successivamente un’altra lite in casa è avvenuta questa volta tra una coppia di 70enni a seguito del fatto che il marito non voleva assumere gli antidolorifici che gli erano stati prescritti dal medico a seguito di una caduta avvenuta nei giorni scorsi. I poliziotti, una volta giunti sul posto a seguito delle chiamate effettuate al 112 da parte di alcuni residenti, hanno riportato la calma chiamando i figli della coppia per garantire la pace familiare.
Infine, questa volta in strada, le Volanti sono dovute intervenire nella notte per un acceso diverbio scoppiato tra un gruppo di giovani in via Flaminia, nei pressi di alcuni stabilimenti balneari. Tutti controllati, uno è risultato ubriaco. Proprio a seguito del suo stato alterato l’uomo, un tunisino di 23 anni, aveva aggredito un giovane senza un chiaro motivo. Riportata la calma, lo straniero è stato sanzionato. L’aggredito si riserverà di sporgere denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X