facebook rss

Dopo 20 anni di attività
il Caffè Roma abbassa la serranda

ANCONA - Il titolare Antonio Avello: «Non volevamo ma non abbiamo avuto scelta, messi davanti alla realtà. Ci dispiace perché adoravamo questo mestiere e con molti clienti ormai si era instaurato un rapporto di amicizia».
Print Friendly, PDF & Email

Il Caffè Roma

Stop. Dopo 20 anni di attività. Il Caffè Roma non c’è più e l’omonima piazza cittadina perde uno dei suoi fulcri.
Da oggi, gli straordinari cappuccini di Antonio Avello, autentiche opere d’arte, e la sempre cordiale accoglienza della moglie Francesca sono un ricordo che gli affezionati clienti porteranno con sé per molto molto tempo. Il caffè ha chiuso ufficialmente sabato. Tuttavia, essendo la domenica il giorno in cui effettuavano il riposo settimanale, il primo dì senza Caffè Roma è quello odierno.
Ma come mai questa scelta? A spiegarcelo è lo stesso Avello: «Il mio bar è composto da differenti locali appartenenti a distinti proprietari. Uno di questi ha deciso di non rinnovarci l’affitto e di mettere in vendita le mura». Non vi era modo di trovare un accordo? «Il prezzo propostoci per comprare lo abbiamo ritenuto eccessivo e fuori mercato. Impossibile poi riadattare il bar nelle altre unità, avrebbe avuto un costo fuori

Antonio Avello

portata. Tenete conto – è sempre il barista di origine romana a parlare – che siamo prossimi alla pensione ed i miei figli hanno scelto entrambi altre strade. Per chi dovevamo fare questo sacrificio?».
E così la decisione di chiudere non senza qualche rimpianto «Non volevamo ma non abbiamo avuto scelta, messi davanti alla realtà. Ci dispiace perché adoravamo questo mestiere e con molti clienti ormai si era instaurato un rapporto di amicizia».
L’analisi va poi avanti considerando tutti i problemi che baristi e ristoratori affronteranno in futuro. «Dall’inizio del Covid in poi nulla è stato come prima. E adesso con queste bollette di luce e gas i costi sono diventati proibitivi anche per chi se la passava bene. Senza dubbio anche questo fattore ha influito nella nostra scelta. Si va verso tempi bui. Se qualcuno non farà qualcosa presto saranno in molti a chiudere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X