facebook rss

Esce col cognato e torna tardi:
la moglie si infuria, interviene la polizia

ANCONA - La donna ha urlato al coniuge per oltre un'ora, incolpandolo dell'eccessiva frequentazione
Print Friendly, PDF & Email

Una volante in servizio (Archivio)

Tornato tardi a casa senza un motivo ‘valido’, dopo essere uscito nel pomeriggio con il cognato, una volta varcato l’uscio, la moglie gli ha iniziato a urlare al punto da far richiedere l’intervento della polizia affinché si tornasse alla calma.
E’ successo nella tarda serata di eri in città.
Giunta sul posto la Volante, ecco che la donna, una 52enne, ha continuato ugualmente a inveire nei confronti del marito.
L’uomo, da parte sua, alla presenza dei poliziotti risultava essere molto accondiscendente nei riguardi della moglie, provando a calmarla in tutti i modi ma senza riuscirci.
Sono poi stati gli agenti a sedare gli animi e ad ascoltare le versioni della coppia. L’uomo, da parte sua, ha riferito di essersi trovato costretto a chiamare il 112 poiché la moglie continuava a gridare incessantemente da oltre un’ora, rimproverandolo del fatto che frequentava eccessivamente il cognato.
Versione che la moglie ha poi confermato, specificando che comunque non si era venuti alle mani. I poliziotti, accertato che nessuno mostrava segni di violenza, si sono allontanati una volta che la coppia si è riconciliata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X