facebook rss

Aeroporto Sanzio, il sindaco Signorini
incontra il nuovo manager D’Orsogna:
«tanti progetti da realizzare insieme»

FALCONARA - Il nuovo amministratore delegato e direttore generale dell’Ancona International Airport è stato ricevuto al Castello dal primo cittadino. «Sarebbe importante attivare nuove rotte, per esempio verso gli aeroporti di Milano e Roma. Il Covid ha tarpato le ali a progettualità di sviluppo, che ora vanno riprese con determinazione»
Print Friendly, PDF & Email

il sindaco Signorini e il manager D’Orsogna in occasione dell’incontro

Il sindaco di Falconara Stefania Signorini ha ricevuto, ieri al Castello, Alexander D’Orsogna, nuovo amministratore delegato e direttore generale dell’Ancona International Airport, la società che gestisce l’aeroporto Sanzio.
Il primo incontro istituzionale ha rappresentato l’occasione, oltre che per conoscersi, per consolidare e rilanciare il rapporto tra l’aeroporto regionale e il Comune che lo ospita.
«La mia volontà è quella di rinnovare la collaborazione con l’amministrazione comunale di Falconara in un’ottica di sistema – ha spiegato D’Orsogna – nella prospettiva di far crescere il territorio. A questo proposito stiamo lavorando a progetti da realizzare insieme».
«L’aeroporto è un’infrastruttura strategica – ha aggiunto il sindaco Signorini – e ritengo sia importante rilanciarlo. Sarebbe importante attivare nuove rotte, per esempio verso gli aeroporti di Milano e Roma. Il Covid ha tarpato le ali a progettualità di sviluppo, che ora vanno riprese con determinazione».
Alexander D’Orsogna, manager italoamericano, è stato nominato dal fondo di investimenti Njord Partners (che controlla la società di gestione dello scalo falconarese con una quota del 90 per cento) per «rilanciare l’aeroporto ‘Raffaello Sanzio’ da un punto di vista commerciale – ha scritto Njord Partner nel presentarlo –. Obiettivo che svilupperà e raggiungerà anche grazie al lavoro sinergico con la nuova Agenzia regionale per il turismo e l’internazionalizzazione della Regione Marche (ATIM). L’avvio di nuove tratte aeree in Italia e all’estero e la promozione del territorio marchigiano sui mercati strategici internazionali sono cruciali per il raggiungimento di questi obiettivi sia per lo sviluppo dei flussi turistici, sia per rendere l’aeroporto il punto nevralgico di riferimento del frizzante tessuto imprenditoriale marchigiano riconosciuto universalmente come uno dei motori di eccellenza del ‘Made In Italy’ nel mondo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X