facebook rss

L’edificio che risparmia energia
vince Start Cup Marche (Video)

CAMERINO - Dodici i progetti che hanno partecipato alla Business plan competition promossa dai quattro atenei delle Marche. Il rettore di Unicam, Claudio Pettinari: «La nostra università crede molto nelle potenzialità di studenti, laureati e ricercatori e per questo riteniamo fondamentale aiutarli nel settore dell’auto-imprenditorialità». Il primo premio è andato a “Live Information System”
Print Friendly, PDF & Email
La premiazione di oggi a Unicam (video di Gabriele Censi)

Premiazione-Start-Cup1-650x488

La premiazione di Start Cup

Start cup Marche 2022, premiati gli imprenditori del domani. Dodici i progetti presentati e tre i vincitori della Business plan competition riservata a studenti e ricercatori che abbiano brillanti idee imprenditoriali, innovative, e che aspirino a costituire un’impresa. Start Cup Marche è promossa e organizzata da tutte e quattro le università della Regione: Unicam, Politecnica delle Marche, Unimc e Università di Urbino. In questo modo studenti e laureati possono intraprendere un percorso di autoimprenditorialità, che porterà benefici sia per il loro futuro lavorativo e professionale, sia per il territorio.

Premiazione-Start-Cup

Il rettore Claudio Pettinari

Ad aggiudicarsi il primo premio è stato il progetto “Live Information System srl” proposto da Seferi Rifat dell’Università politecnica delle Marche. Il cofondatore e ceo, Luigi La Sala spiega l’obiettivo del progetto vincitore: «Monitoriamo con la digitalizzazione gli edifici esistenti o da costruire ottenendo risparmi sui costi energetici».

Al secondo posto “BeReast” presentato da Maria Giulia Paternò dell’Università di Camerino e al terzo posto “Univillage” presentato da Carletti Nicole e Ayoub Benjaafar dell’Università di Macerata.

La cerimonia di premiazione dei tre progetti vincitori, ai quali sono stati assegnati i tre premi da 6mila, 4.500 e 3mila euro, tutti sotto forma di contributo per l’innovazione da utilizzare esclusivamente per la realizzazione del progetto presentato, si è svolta nella mattinata di oggi a Camerino alla sala convegni del rettorato.

I lavori sono stati aperti dai saluti del rettore Unicam Claudio Pettinari e del delegato del rettore per Start-up, spin-off e incubatore tecnologico Daniele Rossi. Presenti i rappresentanti degli enti promotori della Start Cup Marche: Stefano Marasca dell’Università Politecnica delle Marche, Annalisa Sentuti dell’Università di Urbino, Lorenzo Compagnucci dell’Università di Macerata, Claudio Chiti di Intesa San Paolo, Lidia Lebboroni dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Macerata e Camerino, Franco Bucciarelli della Fondazione Carisap e Luigi Balzani di Uni.Co. E’ seguita poi la presentazione dei progetti da parte di tutti i finalisti.

«L’Università di Camerino – ha detto Pettinari – crede molto nelle potenzialità di studenti, laureati e ricercatori e per tale motivo riteniamo fondamentale aiutarli nel settore dell’auto-imprenditorialità, per generare occupazione giovanile e creativa. Da idee di nostri docenti e studenti sono nate diverse imprese di successo che hanno importanti ricadute nel nostro territorio, segnale estremamente positivo. Sono inoltre molto soddisfatto – ha proseguito il rettore – per la sinergia con gli altri atenei delle Marche che ha dato importanti risultati anche in questa competizione, nonché per la consolidata collaborazione con i sostenitori del progetto».

Premiazione-Start-Cup2-650x488«Nella mission di Intesa Sanpaolo – ha spiegato Claudio Chiti, specialista Innovazione della Direzione Emilia-Romagna e Marche Intesa Sanpaolo – c’è la volontà di affiancare i nuovi progetti e, soprattutto, quelli ad alto contenuto di innovazione. La nostra vocazione è scoprire nuove idee imprenditoriali, grazie alla radicata cultura del gruppo in questo ambito ed alla lunga collaborazione con i migliori partner: per questo siamo felici di essere parte dell’ecosistema dell’innovazione marchigiano che oggi all’Università di Camerino vive un momento importante. È fondamentale supportare la crescita delle startup facilitando il loro accesso agli investitori, alle aziende clienti ed ai prodotti e servizi bancari, finalità che Intesa Sanpaolo persegue con successo con il supporto delle competenze sviluppate da Intesa Sanpaolo Innovation Center e attraverso iniziative di valorizzazione come Up2Stars. Non è un caso che ad oggi circa il 30% delle startup del Paese abbiano colto le opportunità, anche non finanziarie, che siamo in grado di offrire».

La Start Cup Marche è l’unica della nostra Regione ad essere accreditata dal Premio nazionale dell’innovazione, promosso dall’associazione Pni-Cube, l’associazione che riunisce gli incubatori e le business plan competition accademiche italiane. Le tre idee progettuali vincitrici entreranno dunque in competizione con i vincitori delle Start Cup di altri atenei italiani, partecipando di diritto all’edizione 2022 del Premio nazionale dell’innovazione, che si terrà l’1 e il 2 dicembre a L’Aquila.

Start Cup Marche è realizzata insieme alla Fondazione Cassa di risparmio di Ascoli e ha anche il sostegno di Intesa San Paolo, Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Macerata e Camerino e Uni.Co.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X