facebook rss

Regolamento dehors, prolungata
la possibilità per l’uso delle paratie

ANCONA - La giunta ha deciso di accogliere le richieste delle categorie economiche estendendone l'utilizzo fino al terzo lunedì di maggio. Grazie all'emendamento inserito nella Legge Finanziaria i gazebo potranno rimanere nell'area della fontana delle 13 Cannelle fino al mese di giugno 2023
Print Friendly, PDF & Email

 

Nuovo regolamento dehors: Il Comune di Ancona ha deciso di prolungare la possibilità per l’uso delle paratie. Con un emendamento alla manovra approvato con la legge di Bilancio, per l’Italia è stato prorogato di 6 mesi il termine del 31 dicembre 2022 per l’occupazione del suolo pubblico per il settore della ristorazione ed i tavolini all’aperto e gazebo saranno liberi fino al 30 giugno 2023. La giunta comunale di Ancona con una delibera approvata a fine 2022 ha stabilito il nuovo regolamento per i dehors, che ora dovrà essere sottoposto al vaglio del Consiglio. Gli aspetti significativi rispetto al regolamento precedente riguardano soprattutto l’installazione delle paratie dei dehors.

«Alcune associazioni di categoria e operatori commerciali – ha spiegato l’assessore al Commercio e vicesindaco Pierpaolo Sediari questa mattina in una conferenza stampa a palazzo comunale – ci avevano chiesto di prorogare l’utilizzo delle paratie (uso facoltativo n.d.r.), soprattutto lungo corso Garibaldi, oltre il mese di marzo, per garantire una maggiore operatività. Questa richiesta è stata accolta e inserita nel regolamento: se prima l’utilizzo delle paratie era previsto dal terzo lunedì di ottobre fino al terzo lunedì di marzo, ora la possibilità si prolunga fino al terzo lunedì di maggio, periodo in cui dovrebbero esserci migliori condizioni meteo, garantendo quindi massima operatività per gli esercizi commerciali con dehors».

(foto d’archivio)

«Le modifiche introdotte – ha sottolineato il sindaco Valeria Mancinelli – sono state oggetto di confronto con le categorie economiche e proprio questo confronto ha portato alle soluzioni adottate». Per quanto riguarda il vincolo nella zona anteriore alla fontana delle 13 Cannelle (fino alla chiesa di San Biagio), «la modifica delle regole – ha ribadito la prima cittadina – non è in capo al Comune». L’interlocutore in questo caso è infatti la Soprintendenza poiché si tratta di un’area in cui insiste un monumento sottoposto a un vincolo ministeriale risalente al 2012. Tuttavia, proprio in virtù della proroga inserita nella manovra finanziaria approvata dal palramento, i dehors potranno rimanere in questo tipo di zona fino al mese di giugno 2023. «Utilizzeremo questo tempo – ha detto Sediari – per proseguire l’interlocuzione con la Soprintendenza sulla modulazione del vincolo, che, ricordiamo, negli anni passati era interpretato in maniera ancora più stringente».

(foto Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X