facebook rss
pinciaroli delitto
  • Omicidio Pinciaroli,
    encomio per i carabinieri
    che hanno risolto il giallo

    ANCONA – Stamattina nella caserma del Comando provinciale “G. Cortecci”, il colonnello Stefano Caporossi ha consegnato al personale del reparto operativo di Ancona e della Compagnia di Osimo, il riconoscimento concesso dal comandante della Legione Carabinieri “Marche”, generale Fernando Nazzaro per aver risolto il giallo sul delitto in tempi record

    2 agosto 2018
  • Omicidio del veterinario:
    18 anni di carcere a Valerio Andreucci

    ANCONA – Il 24enne ascolano è stato giudicato stamattina con rito abbreviato e condannato per i reati che lo vedevano sotto accusa: l’omicidio volontario (esclusa la premeditazione) commesso a Osimo il 21 maggio 2017, il porto illegale di armi, la simulazione di reato e la calunnia. Uscendo dall’aula ha abbracciato la madre

    12 aprile 2018
  • Omicidio Pinciaroli, il pm chiede
    18 anni per Valerio Andreucci

    ANCONA – Il sostituto procuratore Marco Pucilli ha chiesto la condanna al termine dell’udienza che vede il 24enne ascolano imputato per l’uccisione premeditata del veterinario, avvenuta lo scorso 21 maggio ad Osimo. Per l’accusa, il delitto sarebbe maturato per un debito di droga contratto dal fantino nei confronti della vittima

    15 febbraio 2018
  • La cocaina ha ucciso Olindo Pinciaroli
    e rovinato Valerio Andreucci

    OMICIDIO A OSIMO – Il territorio provinciale scosso dall’ennesima tragedia imputabile alla droga mentre ormai la prevenzione è una barzelletta a causa della noncuranza delle istituzioni. E intanto il prefetto di Macerata ha affondato da tempo il comitato Uniti contro la droga’ creato con fatica negli anni scorsi

    1 commento | 2 giugno 2017
  • Delitto Pinciaroli, la difesa:
    “Non c’è movente,
    chiediamo visita psichiatrica”

    OMICIDIO A OSIMO – L’avvocato Alessandro Angelozzi, che assiste Valerio Andreucci, in carcere con l’accusa di aver ucciso il veterinario maceratese: “I messaggi agli amici erano farneticanti”. Il gip dovrà pronunciarsi sulla richiesta del legale

    31 maggio 2017
  • Ultimo saluto a Pinciaroli:
    “Sarai sempre il nostro veterinario”
    Corteo con cavalli in centro (video)

    di Giovanni De Franceschi (Foto e video di Lucrezia Benfatto) Dodici cavalli ad aprire il corteo e una quadriga con il feretro. Tutt’intorno silenzio, solo il rumore di una lenta e triste cavalcata, baciata da un sole dal sapore amaro. Quel mondo che aveva tanto amato lo ha accompagnato anche nell’ultimo viaggio terreno, come a […]

    26 maggio 2017
  • L’ira di Andreucci negli sms
    prima del delitto

    L’autopsia: ucciso da un mancino

    di Gianluca Ginella Delitto Pinciaroli, Valerio Andreucci aveva inviato una serie di messaggi ad alcuni conoscenti, peraltro pare senza ricevere risposta, in cui faceva riferimento a qualcuno, per gli investigatori al veterinario ucciso, che definiva «Ciccione di m…., bastardo» e diceva «adesso mi cambio e lo ammazzo», e un’altra frase come «vado ad ammazzarne uno». […]

    1 commento | 25 maggio 2017
  • Delitto Pinciaroli, fissato il funerale

    OMICIDIO A OSIMO – Domani alle 15 ultimo saluto nella chiesa di San Firmano a Montelupone

    25 maggio 2017
  • Delitto di Osimo: veterinario ucciso
    con 15 coltellate,
    fatale quella alla schiena

    Olindo Pinciaroli ha tentato fino all’ultimo di difendersi. Lo dimostrano i tagli trovati sulle mani. I fendenti lo hanno colpito anche al viso, alla pancia e al capo. Una fine rapida per dissanguamento. Questo il primo esito dell’autopsia effettuata a Torrette. I colpi sono compatibili con il coltello ritrovato sul luogo del delitto e dove ci sarebbero le impronte dell’unico indagato per omicidio, il 23enne ascolano Valerio Andreucci

    24 maggio 2017
  • Delitto Pinciaroli, Andreucci al gip:
    “Non ricordo nulla,
    solo un’auto bianca”

    OMICIDIO A OSIMO – Il 23enne è comparso davanti al giudice per l’udienza di convalida. Ha detto che la sera precedente aveva consumato cocaina e di non aver dormito dopo essere stato a San Benedetto con degli amici. “Mai litigi con il veterinario, stavamo sempre insieme”. Il giudice non ha convalidato il fermo ma ha confermato la misura cautelare in carcere per i gravi indizi di colpevolezza e rischio di reiterazione del reato

    1 commento | 24 maggio 2017