facebook rss

Omicidio Pinciaroli,
encomio per i carabinieri
che hanno risolto il giallo

ANCONA - Stamattina nella caserma del Comando provinciale “G. Cortecci”, il colonnello Stefano Caporossi ha consegnato al personale del reparto operativo di Ancona e della Compagnia di Osimo, il riconoscimento concesso dal comandante della Legione Carabinieri “Marche”, generale Fernando Nazzaro per aver risolto il giallo sul delitto in tempi record
giovedì 2 Agosto 2018 - Ore 12:49
Print Friendly, PDF & Email

I militari premiati stamattina al Comando Provinciale dell’Arma di Ancona

Premiati gli investigatori che hanno risolto il giallo dell’omicidio del veterinario Olindo Pinciaroli, avvenuto il 21 maggio 2017 a San Paterniano di Osimo. Stamattina nella caserma “G. Cortecci”, il comandante provinciale del Comando provinciale Carabinieri di Ancona, colonnello Stefano Caporossi ha consegnato al personale del reparto operativo di Ancona e della Compagnia di Osimo, l’ “encomio semplice” concesso dal comandante della Legione Carabinieri “Marche”, generale Fernando Nazzaro, per l’attivita’ meritoria svolta in occasione dell’omicidio del medico veterinario Olindo Pinciroli. “Le immediate indagini svolte in occasione dell’evento delittuoso, che aveva causato una situazione di grave allarme per la popolazione sia per la sua efferatezza sia per la vittima coinvolta, professionista molto conosciuto e stimato della provincia di Macerata, permisero di individuare gravi responsabilita’ a carico di Valerio Andreucci, 24enne di Ascoli Piceno, collaboratore della vittima, che aveva tentato di depistare le indagini degli investigatori, addossando la responsabilita’ della morte del Pinciaroli ad una banda di nomadi residenti nella provincia abruzzese, che risultavano poi estranei ai fatti. – ricorda una nota stampa dell’Arma Benemerita- lo stesso oltre a fornire dichiarazioni non veritiere alterava anche la scena del crimine che veniva invece puntualmente ricostruita dai militari”. Valerio Andreucci è stato giudicato con rito abbreviato e condannato a 18 anni di reclusione per i reati di omicidio volontario, detenzione illegale di armi, simulazione di reato e calunnia.

Nel riquadro Olindo Pinciaroli

I militari premiati sono: il tenente colonnello Americo Di Pirro, comandante del reparto operativo; il maggiore Giuseppe Di Matteo, comandante del nucleo investigativo del reparto operativo; il maggiore Raffaele Conforti, comandante della Compagnia di Osimo; il luogotenente c.s. Luciano Almiento, comandante Norm Compagnia di Osimo; il luogotenente Marcello Iarba, comandante della Stazione di Osimo; il luogotenente Valeriano Mazzocco, comandante della Stazione di Filottrano; il maresciallo magg. Giuseppe Esposto, comandante dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Osimo; il maresciallo magg. Antonio Carmine Saracino, effettivo al nucleo investigativo del reparto operativo; il maresciallo magg. Francesco Cusati, effettivo al nucleo investigativo del reparto operativo; il maresciallo ord. Enrico D’Addio, effettivo all’aliquota operativa del Norm della Compagnia di Osimo; il brigadiere capo Mauro Alessandrini, effettivo al nucleo investigativo del reparto operativo; l’appuntato Giuseppe Belviso, effettivo all’aliquota operativa del Norm della Compagnia di Osimo.

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X