facebook rss

Investito davanti alle Poste,
grave un uomo

ANCONA - E' successo in via Marconi. Portato in pronto soccorso un 64enne residente ad Osimo. Era uscito dal lavoro, nel palazzo degli uffici ferroviari dove è impiegato per una società di servizi del gruppo Ferrovie dello Stato. Voleva andare a prendere un gelato
mercoledì 17 maggio 2017 - Ore 14:36
Print Friendly, PDF & Email

L’auto coinvolta nell’investimento

 

I rilievi dei vigili urbani

 

di Marina Verdenelli

Stava attraversando la strada, in via Marconi, davanti alle Poste, quando un’auto l’ha travolto. Grave un 64enne, F. B. . E’ stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette con un trauma cranico. E’ successo alle 13,30, ad Ancona, vicino a piazza Rosselli, in zona stazione. L’uomo, residente a Osimo, era uscito dal lavoro, nel palazzo degli uffici ferroviari dove è impiegato per una società di servizi del gruppo Ferrovie dello Stato (la Ferservizi). Voleva andare a prendere un gelato ma mentre attraversava, vicino allo scalette delle Poste, è stato travolto da una Renault Clio condotta da una 47enne residente a Jesi. La donna non l’avrebbe visto perché in quel momento sopraggiungeva anche un autobus che le avrebbe coperto la visuale. Il 64enne è piombato sul parabrezza della vettura finendo poi a terra. Nell’impatto il vetro anteriore si è quasi sfondato. Chiamato il 118 sono arrivati sul posto l’automedica e una ambulanza della Croce gialla. L’uomo era cosciente ma in gravi condizioni per l’urto violento. Alcuni colleghi hanno udito il botto dagli uffici e sono corso in strada trovandolo a terra. Il 64enne è stato portato in pronto soccorso in codice rosso. Ha riportato una frattura al bacino. Sul posto la polizia municipale per i rilievi. Non è la prima volta che lungo quel tratto si verifichino incidenti anche ai danni di pedoni. Proprio i colleghi di lavoro del 64enne investito, avevano fatto partire una raccolta firme inviata poi al Comune e con la quale chiedevano la messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale con dei dissuasori per limitare la velocità. Nessun intervento però è stato mai fatto.

Sempre in zona stazione, un’ora prima, si era verificato un altro investimento (leggi l’articolo).

(Servizio aggiornato alle 17)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X