facebook rss

Aerdorica, la Regione vende

SANZIO – La giunta Ceriscioli, dopo aver varato un piano di risanamento da 21 milioni, stamattina ha approvato gli indirizzi per la cessione delle quote della società che gestisce l’aeroporto
mercoledì 21 Giugno 2017 - Ore 19:11
Print Friendly, PDF & Email

 

Aerdorica, si vende. Dopo anni di abboccamenti, incontri e puntuali fumate nere, stavolta ci sarebbe un privato pronto a rilevare il Sanzio. Almeno così lascia intendere la giunta regionale che stamattina, a sorpresa, ha approvato la delibera che indica le linee guida per la ricerca del partner privato e gli indirizzi per il bando di vendita delle quote azionarie. Le azioni del Sanzio verranno messe all’asta con un successivo bando, secondo i criteri e le modalità elencati nell’atto, che ancora non è stato reso pubblico. Alla società Aerdorica è stato dato l’incarico di aprire le procedure per la selezione degli investitori. La Regione oggi detiene l’87% delle quote della società Aerdorica, per legge non potrà scendere comunque al di sotto del 20% della partecipazione nell’infrastruttura, ma l’intenzione sarebbe quella di liberarsi del pacchetto azionario di maggioranza. Dall’era della gestione Morriale, Aerdorica aveva ereditato un debito di circa 40 milioni di euro, la metà verso l’Inps sanata con un piano di rientro pluriennale, l’altra metà verso banche e fornitori. Dopo aver approvato in Consiglio regionale un piano di risanamento da 21 milioni di euro (7,2 milioni di prestito subito, autorizzato anche dalla Commissione europea, un altro milione di euro per le spese di funzionamento, il resto sarà messo dai soci di Aerdorica al momento della ricapitalizzazione della società), ora ci sarebbero i privati pronti a rilevare la gestione dello scalo di Falconara. Tanti gli interessamenti negli anni, dai russi di Novaport, agli americani Soriano, ma arrivati allo “show down”, quando è stato il momento di mostrare le carte, tutti si sono defilati. Il presidente della Regione Ceriscioli avrebbe già incontrato di persona alcuni potenziali investitori. Tutto questo se domani, giovedì 22, il tribunale di Ancona non dichiarerà il fallimento di Aerdorica. In mattinata infatti è prevista l’ultima udienza per discutere l’istanza prefallimentare avanzata dal pm Paolo Gubinelli. “Voglio ringraziare ancora una volta gli uffici della Regione per il lavoro svolto” commenta la vice presidente Anna Casini annunciando l’approvazione in giunta della delibera di indirizzo del bando di vendita delle quote. “Il bando per l’acquisizione di un nuovo socio non significherà solo assicurare l’arrivo di nuove risorse economiche, ma, soprattutto, creerà un processo virtuoso, che darà respiro allo scalo in termini di qualità, immettendo ulteriori risorse per lo sviluppo, la crescita e il rilancio dell’aeroporto” ha aggiunto Casini.

(E. Ga.)

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X