facebook rss

Vandali di Posatora:
due ragazzi denunciati
per furto e danneggiamento

ANCONA – Identificati in meno di 4 giorni dalla squadra mobile gli autori dei danni alla giostra del parco Belvedere: nei guai un 19enne e un 17enne. Il maggiorenne era già stato denunciato anche per gli atti di vandalismo al Passetto che hanno distrutto una staccionata e l'altalena. L’assessore Foresi: “Atti incivili, ma tutti gli autori sono stati individuati”
giovedì 13 Luglio 2017 - Ore 17:06
Print Friendly, PDF & Email

Vandali di Posatora, anche gli autori del raid alla giostra del parco Belvedere di domenica notte sono stati identificati e denunciati grazie alle indagini della squadra mobile. La sfida senza fine che sembra essere stata lanciata alla città dai giovani teppisti vede inevitabilmente altri due indagati. Stavolta nei guai sono finiti un 19enne e un 17enne, entrambi parte di una compagnia di 6 o 7 ragazzi, che non avrebbero collegamenti con gli altri quattro 16enni denunciati per l’incendio doloso di Posatora della notte del 21 giugno. Il 19enne invece era già stato denunciato anche per le devastazioni del Passetto che hanno colpito un’altalena e una staccionata (leggi l’articolo). Per gli atti vandalici a Portonovo e al Passetto sono accusati un totale di 19 ragazzi. L’ultimo episodio è avvenuto domenica notte alle 23 (leggi l’articolo), quando la comitiva ha preso di mira il trenino del parco Belvedere, scardinando la serratura del box comando per portarsi via l’incasso della giornata, appena una decina di euro, poi si sono sfogati sulle sedie di plastica fino a renderle inutilizzabili, quindi hanno danneggiato anche l’impianto di amplificazione. Solo martedì i titolari della giostra si sono decisi a denunciare il raid in questura, facendo scattare per l’ennesima volta le attività investigative della squadra mobile condotta dal dirigente Carlo Pinto e in meno di 48 ore il quadro è già stato chiarito. Nella compagnia dei 7 ragazzi, due sarebbero stati gli autori materiali dei reati. Un 19enne, denunciato alla procura per furto e danneggiamento aggravato, mentre il 17enne è stato denunciato alla procura dei minori per danneggiamento aggravato. Le indagini degli investigatori però non si fermano qui e potrebbero portare alla luce altri responsabili, allargando il cerchio degli episodi contestati. Il gruppetto di domenica notte sarebbe stato ripreso anche dalle telecamere della videosorveglianza, i filmati stati forniti dal Comune. Stamattina un ringraziamento alle forze dell’ordine è arrivato in Consiglio comunale anche dall’assessore alla sicurezza Stefano Foresi, che ha ricordato di aver sporto denuncia contro ignoti personalmente in tre diverse occasioni nell’arco di poche settimane a causa di questa escalation di atti di vandalismo compiuti nei parchi e contro i beni pubblici. “Sono atti incivili, ma tutti gli autori sono stati identificati in pochi giorni” ha commentato l’assessore Foresi. “C’è stata una risposta importante delle forze dell’ordine e della magistratura”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X