facebook rss

Fn prende le distanze dal blitz
in chiesa: “Non ne sappiamo niente”

CAMERANO - Andrea Tarsi, responsabile cittadino del movimento nazionalista ribadisce la contrarietà all'arrivo dei 12 richiedenti asilo in città ma condanna "le modalità di questo gesto che ha violato un luogo sacro per tutti i cristiani. Non avremmo mai attaccato un volantino sull’altare di una chiesa". Poi annuncia una manifestazione
lunedì 28 Agosto 2017 - Ore 09:27
Print Friendly, PDF & Email

L’altare della chiesa di Camerano dove è stata lasciata la fotocopia dell’articolo anti-migranti, attaccata con un adesivo con il simbolo di Fn

Forza Nuova prende le distanze dal volantino lasciato sull’altare della chiesa di Camerano, sostenendo di non essere il mandante dell’atto di protesta anti-migranti. Stamattina il movimento nazionalista si è dichiarato estraneo ai fatti, stigmatizzando il gesto proprio come fedeli e autorità cittadini (leggi l’articolo), tornando però ad esprimere il proprio dissenso per l’accoglienza dei 12 richiedenti asilo in città. La vicenda si tinge di giallo. “Di questo gesto non ne eravamo assolutamente a conoscenza – asserisce il responsabile cittadino di Forza Nuova, Andrea Tarsi – Pur essendo contrari all’arrivo dei 12 richiedenti asilo nel territorio di Camerano, mai avremmo attaccato un volantino sull’altare di una chiesa. Condanniamo le modalità di questo gesto che, al fine di manifestare la sua posizione, ha violato un luogo sacro per tutti i cristiani – continua Tarsi – Purtroppo il clima che si è creato a margine di questa moderna tratta degli schiavi mascherata da finta accoglienza, di cui parte della Chiesa è purtroppo complice, ha esasperato gli animi”.

Secondo Tarsi “il gesto di Camerano ne è la conferma, che anche la gente comune inizia ad opporsi al business dell’accoglienza e lo manifesta purtroppo nei modi più disparati, individuando nella Chiesa uno dei principali responsabili. Forza Nuova che da sempre scende in piazza per manifestare contro questa ormai insopportabile situazione, lo ha sempre fatto in maniera pulita e mettendoci la faccia nei prossimi giorni saremo sul territorio per rivendicare la nostra posizione e per appoggiare la popolazione che decide di scendere in piazza”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X