facebook rss

Inaugurato il belvedere Virna Lisi,
l’omaggio della città alla sua attrice (Foto/Video)

ANCONA – Questa mattina si è tenuta la cerimonia che ha portato l’intitolazione della scalinata del Passetto all’indimenticabile artista scomparsa tre anni fa. La targa è stata scoperta alla presenza dei parenti dell’attrice, abbracciati dalla commozione di centinaia di persone accorse all'evento
domenica 29 ottobre 2017 - Ore 15:56
Print Friendly, PDF & Email
La cerimonia, le parole del sindaco Mancinelli e del figlio di Virna Lisi

La targa intitolata a Virna Lisi

 

Una folla commossa, tanto orgoglio e la voglia di legare per sempre il nome di Virna Lisi ad Ancona. Si è conclusa stamattina la cerimonia che ha portata alla inaugurazione della targa che intitola all’indimenticabile attrice la scalinata del Passetto che conduce verso il mare. “Belvedere Virna Lisi” è il tributo che tutta la cittadinanza ha voluto dedicare all’artista scomparsa nel 2014 all’età di 78 anni. «Un luogo d’eccezione, scelto per far rivivere il rapporto tra la città e una grande attrice, un rapporto che va riscoperto con amore, entusiasmo e orgoglio» ha sottolineato il sindaco Valeria Mancinelli, presente assieme all’assessore Pierpaolo Sediari: «Questo posto – ha detto il vicesindaco – è un porto sul mondo ed è il luogo più naturalmente adatto a ricordarci una persona come Virna Lisi. L’iter burocratico che ha portato all’intitolazione del belvedere è stato lungo e complesso, ma oggi celebriamo finalmente un luogo degno di una grandissima donna». L’idea di omaggiare la Lisi era partito nel 2015 dal Club service “Inner wheel Ancona riviera del Conero”. Alla cerimonia non sono voluti mancare i parenti dell’attrice, dal figlio Corrado Pesci fino al fratello Ubaldo Pieralisi. Sono stati proprio loro a ricordare il legame di profondo affetto tra l’attrice e la città dorica, basato soprattutto sulle giornate estive passate alla spiaggia del Passetto. Anche il professor Antonio Luccarini ha voluto celebrare la grandezza dell’attrice anconetana: «Questa è una restituzione attesa da tanto tempo, volevamo consegnarle il Ciriachino d’oro, ma non è stato possibile. Virna ha portato il nome di Ancona in tutto il mondo. Era parte integrante di questo territorio».  La targa, posta in cima alla scalinata, è stata scoperta al termine della performance dell’attrice e coreografa Simona Lisi, tra gli applausi e l’emozione di un folla che non ha mai dimenticato la statura di un’attrice ora più che mai indissolubilmente legata alla sua terra.

L’omaggio di Ancona alla Lisi è proseguito nel pomeriggio alle Muse. Alle 18, in collaborazione con Marche Teatro- Festival Cinemuse, è stato propiettato al ridotto delle Muse il documentario “Jiri Kylian, forgotten memories” di Don Kent e Christian Dumais-Lvowski e quindi, in prima nazionale, il cortometraggio “Scalamare” girato lo scorso anno dal maestro ceco Kylian sulla scalinata del Passetto. Alla proiezione seguirà l’incontro con il regista e coreografo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X