facebook rss

Casa Pound all’ex Fiera,
si mobilitano gli antifascisti

ANCONA – Sabato alle 16 il partito di estrema destra presenta il libro “Il corporativismo del Terzo Millennio” all'auditorium ex Fiera. Le 17 sigle che hanno chiesto di annullare l'iniziativa saranno in presidio in via XXIX Settembre dalle 15.30 per manifestare contro la concessione degli spazi per l'incontro pubblico
mercoledì 29 Novembre 2017 - Ore 16:56
Print Friendly, PDF & Email

Manifestazione del 2014 lungo il viale della Vittoria ad Ancona

 

Casa Pound all’ex Fiera, dopo le polemiche scatta il presidio antifascista. Alle 16 il partito di estrema destra sarà all’auditorium ex Fiera, gestito in concessione dell’associazione Accademia di Babele dell’editore Paolo Marcelli, per presentare il libro “Il corporativismo del Terzo Millennio”. Poco prima, a partire dalle 15.30, scenderanno in strada le 17 sigle che nei giorni scorsi hanno chiesto l’annullamento della manifestazione. «Un ampio arco di forze si è pronunciato contro questa grave manifestazione. Chi pensa si tratti di una appuntamento culturale, che tutti “abbiano diritto a manifestare il proprio pensiero come sancisce la nostra Costituzione” sbaglia e ignora o fa finta di non sapere che la nostra Carta Costituzionale ha nell’antifascismo il proprio principio fondante» si legge nella nota firmata Ancona Antifascista che si appella alla mobilitazione contro Casa Pound. «Casa Pound si definisce “i fascisti del terzo millennio”, e ovunque ha avuto spazio si è messa tristemente in mostra con aggressioni, accoltellamenti e altri gravissimi episodi. Del resto anche nella nostra città si sono macchiati di alcune provocazioni. Ritenere che ignorarli sia la cosa migliore è un grave errore. A questi figuri, anche quando si travestono da innocenti pecorelle intellettuali, va sempre dimostrato che per loro non ci può essere spazio. Le vicende di Ostia hanno evidenziato come i “fascisti del terzo millennio” non si facciano scrupoli a ricevere appoggi anche dalla criminalità organizzata – aggiunge la nota -. Riteniamo grave che non si sia trovato il modo di impedire la concessione della sala a Casa Pound. Ricordiamo all’amministrazione comunale che diverse giunte, anche di importanti città, abbiano deliberato ordinanze che vietano alle organizzazioni fasciste, razziste e xenofobe di poter svolgere qualunque tipo di iniziativa».

Casapound all’ex Fiera della Pesca, 17 associazioni dicono no. Mancinelli: “Distanti dai principi democratici”

Casapound presenta il libro all’ex Fiera, scatta la protesta

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X