facebook rss

Esplosione in un appartamento
del centro: 82enne
ustionata al volto e alle mani

OSIMO - La pensionata è stata accompagnata all'ospedale di Torrette. Aveva dimenticato un pentola sul fuoco, l'acqua trasbordando ha spento il fornello ma il gas metano ha continuato a fuoriuscire
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Esplosione, nel primo pomeriggio di oggi, in un appartamento di via Vincenzo Acqua, nel centro storico ad Osimo. Un’anziana osimana di 82 anni, A.G., è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Torrette con ustioni al volto e alle mani, verso le 14.30. Pare che la pensionata abbia dimenticato una pentola sul fuoco. L’acqua del tegame bollendo avrebbe trasbordato e poi spento la fiamma del fornello ma il gas metano avrebbe continuato a fuoriuscire e si sarebbe concentrato nella cucina. Quando l’anziana ha acceso l’interruttore del lampadario forse per andare a controllare, la scintilla elettrica avrebbe innescato un’esplosione con deflagrazione.

La donna è stata raggiunta dalla fiammata, che dopo lo scoppio, ha poi incendiato alcuni mobili della cucina, danneggiandoli. Lo scoppio ha divelto  e deformato persino una persiana del locale cucina ed è stato avvertito anche dai vicini di casa della 82enne, nella traversa di piazza del teatro (un tempo denominata via Drogone) che si sono riversati per strada impauriti. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di San Sabino e i carabinieri di Osimo. Nonostante le ustioni e lo shock, l’anziana è riuscita ad uscire da sola di casa ed è rimasta sempre vigile durante le operazioni di soccorso del 118, seduta sulle scalette a fianco del teatro La Nuova Fenice. Attorniata dai familiari che l’hanno subito raggiunta sul posto è riuscita a raccontare che cosa le era capitato. I pompieri hanno impiegato quasi 2 ore per domare l’incendio e a fiamme spente hanno scoperto che la manopola del gas della cucina era aperta. L’82enne non risiede in questo palazzetto al civico 7 di via Vincenzo Acqua di sua proprietà, oggi era solo di passaggio. Si trova ricoverata all’Obi del pronto soccorso dell’ospedale di Torrette ed è stata assistita da una buona dose di fortuna perchè era distante dall’area dove è avvenuta l’esplosione. L’abitazione non è stata dichiarata inagibile ma il locale cucina non è fruibile secondo la relazione dei vigili del fuoco.

(servizio aggiornato alle 17.45)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X