facebook rss

Due cassonetti in fiamme
a Porta Valle: c’è la firma
di una mano dolosa

JESI - Stesso luogo, stesso bersaglio: anche oggi pomeriggio i pompieri sono tornati all''isola ecologica' di via Lugagna, dove l'11 gennaio avevano già spento l'incendio su un altro contenitore dei rifiuti. Chiesto alla Polizia locale di acquisire i filmati delle telecamere. Giornata di superlavoro per i vigili del fuoco
sabato 13 Gennaio 2018 - Ore 19:57
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Ancona due cassonetti dell’indifferenziata a fuoco a Porta Valle di Jesi. L’ennesimo incendio avvenuto nell”isola ecologica’ di via Lugagna, dopo quello registrato lo scorso 11 gennaio, è stato spento oggi pomeriggio alle 14.25 dai vigili del fuoco. Le fiamme, anche stavolta, si sono sviluppate in un dei due contenitori grigi ma il rogo ha distrutto entrambi. A rogo spento, dall’analisi degli elementi raccolti, i pompieri jesini si sono convinti che la stessa mano dolosa abbia firmato i due episodi. Hanno pertanto informato dei fatti la polizia locale e al comando della Pm hanno chiesto di poter acquisire e  visionare i filmati delle telecamere accese sull’area di Porta Valle, capolinea urbano degli autobus, nella speranza di identificare nei frame gli autori del gesto.

Oggi è stata una giornata particolarmente movimentata per gli uomini del distaccamento  dei Vvf di Jesi. Dopo l’incidente avvenuto nelle primissime ore in via Ancona (leggi l’articolo), alle 8.27 una squadra di pompieri è intervenuta in un palazzo a Monte Tabor per un ascensore bloccato. All’interno della piattaforma oleodinamica che si attiva con chiave, erano rimasti una 50enne con il suo cane, che hanno atteso con pazienza di essere liberati. Subito dopo l’equipaggio dei vigili del fuoco è stato dirottato a Moie per un soccorso ad una 55enne, chiusa in casa che non rispondeva ai parenti al citofono. Si è scoperto che in realtà la donna stava solo riposando e non aveva sentito suonare il campanello. Poco prima di mezzogiorno nuovo allarme a Jesi, in via Granita, dove una pensionata di 75 anni, caduta in casa sul pavimento, non riusciva più a rialzarsi. Anche in questo caso i vigili del fuoco, aprendo il portone di ingresso dell’abitazione, hanno permesso ai soccorritori del 118 di prendersi cura dell’anziana ferita.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X