facebook rss

Giovani talenti, Luca Baleani
e il sogno americano del Musical

OSIMO - Ballerino, attore, modello e cantante, l'osimano di 25 anni è rientrato da New York dove ha conseguito il diploma in Danza e Musical Theatre dell'American Musical and Dramatic Academy e dove ha lavorato nelle produzioni di Broadway. "Il futuro? Ne sto tenendo aperti diversi" racconta
lunedì 15 Gennaio 2018 - Ore 16:28
Print Friendly, PDF & Email

Luca Baleani a New York (fotoservizio  Shirin Tinati)

Il grande sogno del Musical non passerà mai di moda negli Stati Uniti. Lo sa bene Luca Baleani, 25 anni, osimano di nascita, artista cosmopolita. Il ballerino, attore, modello e cantante è rientrato da pochi mesi in Europa proprio da New York dove ha conseguito il diploma in Danza e Musical Theatre dell’American Musical and Dramatic Academy e dove ha lavorato nelle produzioni di Broadway. La sua passione per il teatro e l’arte tersicorea è nata tanti anni fa. Dall’età di sei anni Luca già partecipava a lezioni e stage di danza di livello internazionale, tenute  in tutta Italia da insegnanti di caratura come Virgilio Pitzalis, Silvio Oddi, Elena Lobetti, Stefano Pastorelli e Ludmill Cakalli. Come ginnasta per 10 anni ha, poi, affrontato competizione agonistiche a livello regionale e nazionale. La nitidezza di prospettive, però, è cresciuta passo dopo passo.

“Non avevo mai considerato la danza nel mio futuro sebbene fin da adolescente avessi partecipato a molti spettacoli diretti dalla coreografa osimana Adua De Candia. – racconta l’artista 25enne – Poi però ho iniziato a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Macerata dove mi sono laureato in Scenografia. E al secondo anno di corso, mentre recitavo e ballavo in uno spettacolo, ho invece capito che mi sarebbe piaciuto intraprendere questa carriera. In particolare mi attirava il Musical. Mi sono preparato per affrontare le audizioni a Londra, propedeutiche per entrare all’American Musical and Dramatic Academy di New York. Le ho superate e 10 giorni dopo essermi laureato, ad ottobre del 2014, mi sono trasferito nella Grande Mela per seguire i corsi dell’Amda, dove poi mi sono diplomato”.

Da interprete poliedrico, capace di riflettere sui generi tradizionali ma anche di sperimentare e tradurre le varie espressioni dell’arte, non ha avuto difficoltà a trovare un ingaggio. “Anche in questo caso appena una settimana dopo il diploma ho firmato il mio primo contratto di lavoro. – ricorda – Il musical è un settore che va tanto in America, ma c’è molta concorrenza. Tanti artisti tentano questa strada e, magari, per mantenersi svolgono un secondo lavoro come commessi o camerieri. L’Accademia che ho frequentato, oltre a formarti, ti indirizza già prima del diploma alle audizioni”. A New York, insomma, il giovane osimano, perfezionata la sua tecnica di danza e le sue abilità di performer con artisti tra i più quotati della scena di Broadway ha potuto mettere a frutto ciò che aveva imparato. In particolare ha concluso da poco un contratto lavorativo che lo ha visto esibirsi ogni giorno come ballerino ed acrobata nel musical ‘Roll Out The Barrel’ diretto e coreografato da Jennifer Jancuska e come performer nell’ensemble del musical Disney ‘Tarzan’ della Moonlight Broadway Musical per la regia di Monroe Moore. In ogni passaggio ci sono state un’evoluzione, una crescita, nuove possibilità che fanno parte di un cammino.

In questi giorni è tornato ad Osimo in famiglia, ma ha già affrontato una nuova audizione a Londra. “Conto molto sul buon esito” ammette e per scaramanzia non dice di più. Durante l’estate, inoltre, ha studiato al Royal Danish Ballet Summer School di Copenhagen, l’Accademia della danza della Danimarca per migliorarsi. Nonostante i suoi 25 anni, si proietta però molto più avanti. “Il mio obiettivo per ora resta il palcoscenico ma mi sto tenendo aperti tanti futuri diversi, anche in altri ambiti perché sono consapevole che non potrò ballare per tutta la vita. – rivela – Ad esempio mi sto preparando per tornare all’università a studiare fisioterapia perché, un domani, mi piacerebbe restare in un ambito teatrale ma nel ruolo di fisioterapista in una compagnia di danza. E poi mi sto ritagliando anche tempo per frequentare un corso per addestratore cinofilo”.

Luca Baleani a New York (foto Shirin Tinati)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X