facebook rss

Potere al popolo, al Senato
l’insegnante Stefano Gatti

POLITICA - Un altro fabrianese si propone come capolista al Senato per Potere al Popolo, dopo Valeria Carnevali, candidata alla Camera. Gatti è il candidato del collegio unico delle Marche
mercoledì 17 Gennaio 2018 - Ore 17:42
Print Friendly, PDF & Email

Stefano Gatti

Ecco  il capolista al Senato, nel collegio unico delle Marche, del neonato partito Potere al Popolo – Marche. Si tratta del fabrianese Stefano Gatti, la cui nomina arriva dopo quella di Valeria Carnevali, candidata per l’uninominale nel collegio di Ancona, Jesi, Fabriano e altri comuni minori nella regione. Quarantanove anni, insegnante di lettere al liceo artistico “E. Mannucci” di Fabriano, Gatti milita nel partito del Risorgimento Socialista di cui fa parte. Oltre all’insegnamento, Gatti è stato attivo come collaboratore di alcuni periodici locali (“Il Progresso” e “Geronimo”) ed è ricercatore di archeologia industriale e di storia contemporanea locale. Ha scritto e pubblicato, da solo o con altri studiosi, 14 libri sulla storia del movimento operaio fabrianese, sulla miniera di zolfo di Cabernardi e sul modello Merloni. Le dichiarazioni al momento in cui è stato informato della scelta del partito: «Lo spontaneismo, la spinta dal basso, il forte legame col movimento operaio, le salde radici socialiste, l’entusiasmo ritrovato da tanti vecchi compagni per anni disincantati e disillusi e da tanti nuovi compagni, mi hanno spinto ad accettare la sfida per provare a dare finalmente in Italia potere al popolo».

Potere al Popolo parte da Fabriano. Valeria Carnevali è la prima candidata alla Camera

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X