facebook rss

Altra Idea di Città sceglie
simbolo e portavoce,
ora tocca al candidato sindaco

ANCONA – L'assemblea di lunedì sera ha deciso il coordinamento della lista civica progressista, prossimo incontro il 16 febbraio
Print Friendly, PDF & Email

 

L’assemblea della lista civica “Altra idea di città”, con i suoi 140 aderenti, si è riunita lunedì all’Hotel City e ha eletto i propri portavoce: Loredana Galano, Luciano Mariani, Katya Mastantuono, Francesco Rubini. I portavoce appartengono al mondo del sociale, dell’imprenditoria, della scuola, dei giovani e dell’ambientalismo: Galano è un’assistente sociale e attivista per i diritti delle donne, Mariani è un ingegnere delle telecomunicazioni e imprenditore, Mastantuono è docente nell’Istituto Cuppari di Jesi e membro del Comitato etico di Banca Popolare Etica, Rubini è consigliere comunale e praticante avvocato. Durante l’assemblea è continuata la discussione sul programma: cittadinanza, partecipazione, cultura, ambiente, mobilità sostenibile, giovani, beni comuni, welfare, benessere e salute dei cittadini, inclusione e disabilità. Diversi gli interventi dei membri dei coordinamento e i partecipanti all’assemblea, fra cui la presidente dell’Anpi Ancona Tamara Ferretti sull’antifascismo, elogiando «l’impegno della lista Altra Idea di Città per il rafforzamento della rete democratica» e il direttore del mensile d’inchiesta «Urlo» Giampaolo Milzi sull’inquinamento ad Ancona e sulla necessità di promuovere iniziative musicali. Il coordinamento è stato esteso a 22 membri con la garanzia di parità di genere, tra i quali: Loretta Boni, Vinicio Cerquetti, Valerio Cuccaroni, Sergio Fagnani, Loredana Galano, Samuele Gherardi, Luciano Mariani, Katya Mastantuono, Silvia Matricardi, Alessio Moglie, Luca Paciello, Barbara Paradiso, Riccardo Picciafuoco, Giuseppe Postacchini, Francesco Rubini, Stefano Tenenti, Tiziana Tommasi, Tiziana M. Tosto, Silvia Matricardi. La plenaria ha confermato la volontà del percorso politico di lavorare tramite il continuo coinvolgimento dei propri aderenti aventi diritto al voto: ogni decisione passerà per l’assemblea sovrana degli iscritti. L’assemblea ha deciso anche di prendere posizione sui fatti di Macerata, condannando l’attentato terroristico di natura fascista accaduto sabato scorso, invitando la cittadinanza a partecipare alla manifestazione antirazzista in programma per sabato 10 febbraio a Macerata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X