facebook rss

Scia di fuoco a Jesi,
il piromane colpisce ancora:
quattro cassonetti in fiamme

MANO DOLOSA - In un'ora e mezza, nel primo pomeriggio di oggi, sono stati danneggiati 4 cassoni della raccolta differenziata nel triangolo compreso tra vicolo de Amicis, via Lucagnolo e via Nazzario Sauro, Super lavoro per vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale in centro storico
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Ancora cassonetti in fiamme nel centro storico di Jesi. Le fiamme, divampate su un contenitore bianco della carta sistemato in vicolo de Amicis, vicino a Piazza Ghislieri, sono state spente verso le 13.34 di oggi dai vigili del fuoco. L’ennesimo episodio di natura sospetta, probabilmente firmato da una mano dolosa, che ha costretto i pompieri ad avvisare ancora una volta i carabinieri e la polizia locale. Subito dopo, in sequenza alle 14.08 qualcuno è tornato nella vicina via Lucagnolo per incendiare un cassone grigio dell’indifferenziata. Alle 14.36 è bruciato un contenitore giallo della plastica in via Nazzario Sauro, e alle 15 è scattato ancora l’allarme in vicolo De Amicis dove un cassonetto grigio è diventato una pira ma i danni, in questo caso, sono stati contenuti dall’intervento immediato dei pompieri che si trovavano ancora nelle vicinanze. Il piromane, sempre più arrabbiato, potrebbe insomma essere tornato a colpire. Gli ultimi cassonetti erano stati inceneriti la scorsa settimana sempre nella stessa area del centro storico di Jesi. Tutto lascia pensare che il fuoco sia stata appiccato dalla stessa o dalle stesse persone. Le indagini sono in corso saranno fondamentali le testimonianze raccolte e le immagini registrati dalle spycam per identificare l’autore del gesto.

Il piromane dei cassonetti cala il poker d’assi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X