facebook rss

Botte in corso Garibaldi
per rubare un cellulare: due fermati

ANCONA - La polizia ha portato in questura due giovani ragazzi che questo pomeriggio hanno aggredito lungo corso Garibaldi un 44enne che stava passeggiando con in un mano il suo smartphone. Un finanziere fuori servizio ha tentato di frapporsi tra la vittima e la coppia, ma anche lui è stato raggiunto da plurimi colpi, finendo in ospedale
martedì 13 Marzo 2018 - Ore 21:09
Print Friendly, PDF & Email

La polizia in corso Garibaldi

 

Accerchiato e picchiato da due ragazzi. Quando interviene un militare fuori servizio per aiutare la vittima, il duo si accanisce anche contro di lui e gli sferra dei colpi ripetuti in faccia. Attimi di paura e sconcerto questo pomeriggio, poco prima delle 20, nella parte bassa di corso Garibaldi, all’incrocio con piazza Roma. A finire in ospedale sono stati un 44enne e un esponente della Guardia di Finanza, intervenuto nella bagarre in un secondo momento per difendere la vittima dell’aggressione. Attualmente, sono due le persone fermate dalla polizia. Si tratterebbe, secondo i primi riscontri, di due giovani ragazzi che – dopo la duplice aggressione – sono stati subito identificati e fermati dalle Volanti della polizia. Ora si trovano in questura per accertamenti. Uno è italiano, l’altro di origine albanese. All’origine delle botte ci sarebbe un tentativo di rapina messo in scena nei confronti del 44enne. Stando ad alcuni testimoni, l’uomo stava passeggiando lungo in corso cantando e filmando la sua performance con uno smartphone. All’improvviso, la coppia di ragazzi si sarebbe avvicinata. Forse, i due hanno tentato di strappare di mano all’uomo preso di mira il cellulare. Ne è nata una colluttazione violenta, subito notata da un militare della Finanza fuori servizio. Si è avvicinato ai ragazzi, mostrando il tesserino delle forze dell’ordine, ma anche lui è stato colpito dalla coppia. I dettagli della vicenda sono ancora fumosi e i presunti aggressori si trovano negli uffici della questura per cristallizzare i fatti. Probabile che per loro, alla fine dei primi accertamenti, scatti una denuncia oppure l’arresto, data la flagranza del reato.  I due feriti sono stati portati al pronto soccorso di Torrette con un’ambulanza della Croce Gialla. Avrebbero riportato delle contusioni al volto. Le loro condizioni non sono preoccupanti.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X