facebook rss

L’Ancona spazza via
l’Osimo Stazione

CASTELFIDARDO - Sul campo neutro di Castelfidardo, la seconda della classe cade sotto i colpi dell'Anconitana che ora è da sola in testa con 17 punti di vantaggio e ipoteca la vittoria del campionato
Print Friendly, PDF & Email

di Giuseppe Giannini

L’Ancona spazza via l’Osimo Stazione e ipoteca la vittoria del campionato. Sul neutro di Castelfidardo (scelto per motivi di ordine pubblico) la seconda della classe cade sotto i colpi dell’Anconitana che ora è da sola in testa con 17 punti di vantaggio. Un abisso che a otto giornate dal termine non concede ancora di festeggiare la vittoria del torneo. Ma ora è davvero solo la matematica a non dare ragione alla squadra di Lelli. Che chiude il discorso in maniera perentoria segnando tre reti. Ai padroni di casa ci sono voluti invece due penalty per trovare il gol della bandiera che Bugiolacchi firma dagli 11 metri dopo il 90′ e dopo essersi fatto parare da un super Lori un altro rigore. Decisamente buona anche la prestazione del resto della squadra che dimostra di non aver perso la fame nonostante le scorpacciate di punti incassati in stagione. Simbolo di una grande rinascita Salvatore Mastronunzio, a segno anche contro l’Osimo Stazione, capocannoniere indiscusso del girone con 28 centri e a 14 reti dal traguardo dei cento gol con la maglia biancorossa.

Anche per la sfida di vertice (si fa per dire visto che tra prima e seconda c’erano già 14 lunghezze di distacco) Lelli non rinuncia al classico 4-3-3 con Pucci che avanza nel tridente d’attacco completato da Apetzeguia e Mastronunzio. A centrocampo torna dopo un turno di riposo Marengo che con Strano e Mandorino compone un reparto che poco c’entra con la categoria. L’Osimo Stazione risponde con un modulo speculare e a sorpresa bomber Bugiolacchi parte dalla panchina.

Passano appena 3 minuti e occasionissima per Apetzeguia che si vede respingere un tiro a botta sicura da Silvestrini. L’Osimo Stazione risponde al 6′ con Esposito da fuori. Lori respinge e poi miracoleggia sulla respinta ravvicinata. Nell’altra porta non sfigura Talevi che si supera su un colpo di testa di Apetzeguia su corner. I dorici insistono e guadagnano un altro tiro dalla bandierina. Mandorino pesca Mastronunzio che di destro al volo spara a lato. Ma il capitano si rifà subito con un bolide dai 25 metri che tocca il palo e si infila in porta al 11′. La squadra di Lelli non molla la presa e al quarto d’ora raddoppio. Apetzeguia esce da una mischia in area e spara in porta, Talevi respinge ma il tap-in del cubano è vincente. L’Osimo Stazione non ci sta e prende l’iniziativa. Ma l’Anconitana controlla senza troppi patemi. Nel finale di tempo mister Menghini getta nella mischia anche Bugiolacchi e nei minuti di recupero arriva la prima vera conclusione verso la porta di Lori, ma l’inzuccata di Martiri che colpisce da buona posizione è facile preda del portiere. Nella ripresa i biancorossi provano subito a chiuderla. Al 5′ Pucci mette il piattone su una palla vagante in area, ma la sua conclusione viene deviata in angolo. Al 7′ esce per infortunio Apetzeguia. Al suo posto Storani. Al 22′ occasione per i padroni di casa con Bugiolacchi che conclude da due passi ma trova sulla sua strada un concentratissimo Polenta. E allora al 25′ chiude virtualmente il match Mandorino con una punizione magistrale che porta sullo 0-3 il risultato. Ma i locali non mollano e al 37′ guadagnano un rigore per uno sciagurato intervento di Della Spoletina che commette fallo in area. Si incarica della battuta Bugiolacchi che cerca l’angolino basso ma Lori si distende e respinge. Una parata che vale come un gol. Mastronunzio esce al 90′ e lo stadio si alza in piedi per applaudirlo. Una festa nella festa. Poi in pieno recupero Rossi commette fallo di mano in area. L’arbitro concede un altro rigore e questa volta Bugiolacchi non sbaglia. Un gol ininfluente rispetto al risultato e che non rovina ai biancorossi una giornata da incorniciare.

 

OSIMO STAZIONE-ANCONITANA 1-3

OSIMO STAZIONE (4-3-3) Talevi 6; Severini 6, Silvestrini 6, Ortolani 5,5, Esposito 6,5 (40’ st Taddei sv); Staffolani 5,5, Calvigioni 6 (32’ st Cappella sv), Martiri 6 (30’ st Cola sv); Borbotti 5,5 (44’ pt Bugiolacchi 6), Brandoni 5,5, Clementi 5,5 (36’ st Cingolani 6).

All. Menghini 5,5.

ANCONITANA (4-3-3) Lori 8; Della Spoletina 6 (48’ st Fabrizi sv), Colombaretti 6,5, Rossi 6, Polenta 6; Strano 6, Marengo 6, Mandorino 7 (33’ st Massei sv); Pucci 6 (40’ st Bartoloni sv), Mastronunzio 7,5 (46’ st Fernandes Cardoso sv), Apezteguia 7 (18’ st Storani).

All. Lelli 7.

ARBITRO: Cammoranesi di Macerata 5,5.

RETI: 14’ pt Mastronunzio, 17’ pt Apezteguia, 26’ st Mandorino, 50’ st Bugiolacchi (rig.)

NOTE: spettatori 600 circa. Al 37’ st Bugiolacchi fallisce un rigore (parato). Ammoniti: Clementi, Martiri, Pucci, Borbotti, Della Spoletina. Angoli: 3-5. Recupero: pt 2’, st 5’.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X