facebook rss

Tombolini: «Fiera cresciuta in quantità,
ma non in qualità
Si torni alle origini»

ANCONA – Il candidato sindaco boccia la kermesse degli oltre 400 espositori. “Verificare se la fiera storica possa tornare a illuminare il Guasco, partendo dal boulevard di via XXIX Settembre che vogliamo realizzare”
Print Friendly, PDF & Email

Stefano Tombolini

 

Fiera di San Ciriaco pronta al via, il candidato sindaco delle civiche 60100, Servire Ancona e del centrodestra Stefano Tombolini interviene bocciando la “elefantiasi” di cui soffre il mercato della festa patronale. “E’ cresciuta a dismisura, tanto che gli ambulanti sono alcune centinaia e non poche richieste di partecipazione restano a volte inevase. Si tratta chiaramente di un baillame prettamente laico che forse fa passare in secondo piano il valore religioso del ricordo di San Ciriaco” commenta Tombolini, ricordando la storia del martire santo patrono della città. “Purtroppo da tempo è la fiera a tener banco. Una fiera cresciuta come posteggi ma non nella qualità. E’ oramai indispensabile ripensare al futuro di questa sempre attesa manifestazione puntando sulla qualità delle presenze e non sul loro numero – aggiunge Tombolini -. E’ anche opportuno verificare se la fiera storica possa tornare ad illuminare il Guasco magari partendo proprio da quel boulevard di via XXIX Settembre, naturale prosecuzione della spina dei corsi, che con la mia coalizione al governo della città realizzeremo in tempi molto brevi grazie anche alla collaborazione di alcuni privati che già si sono dichiarati interessati al progetto”.

Sale la febbre da Fiera: chiusa anche via Palestro e arriva l’ordinanza anti-vetro

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X