facebook rss

Sale la febbre da Fiera:
chiusa anche via Palestro e
arriva l’ordinanza anti-vetro

ANCONA - Ultimi ritocchi al Piano sicurezza ed alla viabilità. Unica via di accesso ed uscita dalla città resta la galleria del Risorgimento, il Comune rinnova l'invito all'utilizzo dei mezzi pubblici e dei parcheggi scambiatori. Tre i bus navetta per lasciare l'auto. Tra i divieti dell'ultim'ora, quello di entrare nell'area Fiera con contenitori chiusi e/o di vetro. "Decisione assurda per gli espositori e non concordata con le categoria" commentano Berardinelli, Rossi e Tombolini. Stasera il via all'anteprima con l'apertura della Festa del cibo in piazza Pertini
Print Friendly, PDF & Email

Un’immagine della scorsa edizione della Fiera di San Ciriaco

 

In verde l’area degli espositori, con tutti i cambi della viabilità (clicca per ingrandire)

 

Vigilia di Fiera, ultimi ritocchi all’organizzazione ed alla viabilità. Il Comune annuncia anche la chiusura di via Palestro nei momenti di massima affluenza dei pedoni tra piazza Pertini e corso Stamira, con l’interdizione alle auto anche della galleria San Martino in uscita, con l’intera viabilità dunque spostata sulla galleria del Risorgimento. È tra le ultimissime novità comunicate al termine dell’ultima riunione di questa mattina con la polizia municipale per mettere a punto tutti i dettagli sulla viabilità e la sicurezza. In vista dell’alta affluenza di visitatori (furono 110mila l’anno scorso) e delle nuove misure di sicurezza imposte dal così detto decreto Minniti. Il Comune rinnova così l’invito a servirsi dei mezzi pubblici, dei parcheggi comunali e scambiatori, usufruendo delle navette di collegamento con il centro.

Il Piano Sicurezza, il primo ad essere varato per questo evento prevede: la chiusura di tutti i varchi con strutture fisse o automezzi mobili, la presenza di steward e personale della sicurezza, rinforzato nelle ore di punta, tre ambulanze, due presidi antincendio, nuclei di controllo della polizia municipale.

Le operazioni di allestimento della Fiera lungo corso Garibaldi in corso dal pomeriggio

Tra le ultime misure di sicurezza introdotte con ordinanza comunale, anche il divieto di vendita di bevande in lattine e/o bottiglie e bicchieri di vetro per gli esercizi commerciali ubicati lungo il percorso della Fiera, da piazza Cavour lato portici, corso Garibaldi e corso Stamira, piazza Pertini e via XXIX settembre. Per gli esponenti di Forza Italia, Daniele Berardinelli e Vincenzo Rossi, si annunciano così disagi per gli operatori commerciali, avvisati solo poche ore prima del via alla Fiera. «Sono evidenti i disagi che gli operatori commerciali dovranno subire e sembra da quello che si legge nell’ordinanza, che possa riguardare anche altri prodotti oltre alle bevande, ad esempio vasetti di marmellata o addirittura profumi oppure scatolette di tonno», affermano Berardinelli e Rossi. Nell’ordinanza si parla di “limitazioni alla vendita e somministrazione di bevande, nonché il divieto di introdurre bottiglie e/o recipienti vari di vetro, lattine e contenitori chiusi in area Fiera”. «Riteniamo assurdo − riprendono gli azzurri − comunicare queste direttive a poche ore dall’inizio della Fiera e chissà se i commercianti ambulanti che magari vendono certi prodotti hanno saputo che hanno pagato la tassa per partecipare alla Fiera, ma con queste limitazioni. Superficialità, menefreghismo, dilettantismo, ritardi, come sempre, quando si devono affrontare tematiche anche importanti come la Sicurezza dei cittadini», concludono Berardinelli e Rossi. «Posso capire vino, birra e liquori. Ma il miele, i carciofini, i pomodori che male hanno fatto? E chi li vende che dovrebbe fare? Ai vigili il controllo e quindi l’ardua sentenza» rincara le polemiche il candidato sindaco Stefano Tombolini. «Per noi è una decisione assolutamente da correggere e quindi da riscrivere in modo chiaro, senza che si possano determinare interpretazioni di parte».  

IL VIA ALLA FIERA. Su il sipario domani (1° maggio) sulla quattro giorni di festa per la città con orario no-stop 9-24 e 12-24 in piazza Pertini dove andrà il scena la Festa del cibo, con attività gastronomiche ed intrattenimento, che aprirà i battenti già questa sera a partire dalle 18 e poi alle 20 il primo spettacolo con il trio Flamin Gene and his Tonics, uno scatenato trio di rock’a’billy e rocksteady, con influenze giamaicane e blue. Anche quest’anno non sarà allestito un palco, per avvicinare di più gli artisti agli spettatori.

Domani poi il via vero e proprio alla Fiera di San Ciriaco con il nuovo percorso. Gli espositori 435 contro i 461 della passata edizione traslocano dal viale della Vittoria, per motivi di sicurezza, lungo un itinerario che va da piazza, lato portici, sino al Lungomare, occupando corso Garibaldi, corso Stamira, piazza Pertini, piazza Stamira, le traverse: via Castelfidardo, via Marsala, via Leopardi, piazza Repubblica (in parte), piazza Kennedy e via XXIX settembre, fermandosi alla rotonda della galleria San Martino. Piazza Cavour sarà libera da occupazioni commerciali e comodamente percorribile per diventare il centro della festa venerdì 4 maggio, Festa del patrono, con la consegna delle benemerenze civiche e del Ciriachino d’Oro alle 12 e poi l’estrazione dei numeri e dei premi (il primo 1.500 euro) della tradizionale tombola alle 19.

Gli stand gastronomici in piazza Pertini

LE BANCARELLE.  Numerosa e varia è la partecipazione dei 435 espositori, divisi per zone merceologiche. Com’è tradizione delle Fiere su area pubblica, il settore predominante è quello degli ambulanti: 335 (345 nel 2017), distribuiti soprattutto in corso Garibaldi, corso Stamira e via XXIX settembre. Le bancarelle saranno anche nelle traverse di corso Garibaldi (Castelfidardo, Marsala e Leopardi), piazza Kennedy ed in parte di piazza della Repubblica. Tra questi sono compresi 21 banchi di gastronomia, ricchi di offerte appetitose per brevi spuntini o veri picnic in fiera. Offrono le specialità tradizionali che caratterizzano le Fiere all’aperto. Sono distribuiti in punti strategici per offrire un migliore sevizio al pubblico soprattutto in corso Stamira, piazza Kennedy, e via XXIX settembre.
Il settore specializzato “Sapori Tipici” sarà spostato in piazza Stamira, un po’ ridimensionato per problemi di spazio, con 22 espositori (30 nel 2017). Questo settore, negli ultimi anni, è stato uno dei più graditi dal pubblico. Oltre ad un significativo gruppo di espositori marchigiani, che promuovono i prodotti del territorio, sono rappresentate altre regioni: Alto Adige, Veneto, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Puglie, Calabria, Sicilia e Sardegna.
La Campionaria viene riproposta, in forma ridotta, nel 2° tratto di corso Garibaldi, tra via Castelfidardo e piazza Roma: ospita 22 stand promozionali (come nel 2017) che rappresentano in modo significativo il mondo delle aziende, soprattutto nell’attuale situazione di crisi. Espongono articoli, attrezzature, e servizi per la persona, la famiglia ed il tempo libero, ma anche per il lavoro e le imprese.
Nel Mercatino degli Artigiani gli espositori sono 40 (50 nel 2017), tutti in corso Garibaldi, da piazza Roma verso piazza della Repubblica.
Completano il panorama degli espositori i 16 Punti Ristoro (13 nel 2017) che animeranno piazza Pertini, per l’iniziativa La Festa del Cibo in Piazza.

LA FESTA DEL CIBO. Oltre ai 16 Punti Ristoro, la Festa del cibo sarà caratterizzata dall’intrattenimento organizzato dalla Blu Nautilus, la ditta organizzatrice della Fiera di San Ciriaco. Le proposte artistiche appartengono al magico mondo della musica di strada, a stretto contatto con il pubblico e all’interno del circuito dei punti ristoro. Dopo il trio Flamin Gene and his Tonics di questa sera, domani sarà la volta degli artisti di strada. Si continua mercoledì 2 maggio, sempre dalle 20, con Ring of Swing: un trio composto da due donne ed un bassista che racconta storie di Swing, Soul e Folk, con ritmo, passione e poesia. Giovedì 3 maggio, si esibiscono The Silver Combo, un trio di rock’n roll e rock’a’billy, con la partecipazione del grande Andy dei Mutoid. Si chiude venerdì 4 maggio: dalle 18 alle 22.30 con un dj Set. Alla consolle il DJ Elio del mitico Velvet con un vasto repertorio di Greatest Rock.

La polizia municipale in servizio alla Fiera di San Ciriaco 2017

TRAFFICO – TRASPORTI PUBBLICI – PARCHEGGI. Viabilità. Viabilità rivoluzionata per i quattro giorni di fiera. Le modifiche scatteranno già questa sera. In particolare il divieto di sosta in tutte le vie della Fiera, dalle 20 di oggi fino alle 6 di sabato 5 maggio; il divieto di transito in tutte le vie della Fiera, sempre dalle 20 di oggi alle 6 di sabato 5 maggio. In corso Stamira, il passaggio tra via Cialdini e via Podesti sarà lasciato libero e percorribile, per
una carreggiata, tramite uno sbarramento protettivo. In piazza della Repubblica sarà lasciata libera metà piazza e percorribile per chi viene da via Gramsci e da via della Loggia.
I bus navetta. Per le modifiche della viabilità dei mezzi pubblici e privati causate dalla dislocazione della Fiera, si rende necessario rinforzare il servizio pubblico con varie linee di bus navetta. Come negli anni passati sarà attivata la navetta collega il parcheggio dello Stadio del Conero con il Centro. Questo servizio funziona dal 1° al 4 maggio, dalle 14.42 alle 22, con una corsa ogni 10 minuti. Le partenze dal Parcheggio iniziano alle 14.42 per terminare alle 21.12. Le partenze da via Vecchini iniziano alle 15 e continuano, con una corsa ogni 10 minuti sino alle 21.30, con due corse aggiuntive alle 21.45 e 22.00.
Ogni giorno sono previste 83 corse giornaliere. Il tempo di percorrenza è di circa 17 minuti.
La novità di quest’anno, organizzata da Comune con Conerobus, è l’istituzione di una navetta dalla stazione ferroviaria e la rotonda prima della galleria San Martino. Farà sosta anche al Parcheggio degli Archi. Altre linee collegheranno i parcheggi scambiatori alla galleria San Martino.
I Parcheggi. Per chi proprio deve arrivare in centro con l’auto ecco la situazione dei parcheggi che resteranno aperti con orari prolungati: parcheggio Stamira, in piazza Pertini; parcheggio degli Archi; parcheggi Cialdini e Umberto I. Resterà chiuso, invece, il parcheggio Traiano.

A coloro che si recheranno in centro in auto il Comune consiglia di evitare l’incrocio tra viale della Vittoria e via Giannelli. In questo punto, infatti, per gli attraversamenti pedonali dei visitatori della Fiera, potranno verificarsi code di auto ed intasamenti.

I bagni pubblici. Saranno posizionati i bagni chimici a piazza Cavour lato portici; piazza Stamira lato via Castelfidardo; piazza Pertini e in due punti di via XXIX settembre (a lato della statua di Traiano e di porta Pia).

Dal 1° al 4 maggio, l’Ufficio Fiera, situato in piazza Pertini, sarà aperto dalle 7 alle 20. Telefono 320 254 9997.
Per informazioni: www.blunautilus.itwww.comune.ancona.it

IL DOPO FIERA PER IL PATRONO. Sopiti i clamori della Fiera, il Museo Diocesano di Ancona “Monsignor Recanatini” propone due iniziative dedicate al Patrono. La prima è una serie di visite guidate al Duomo intitolate: “Un percorso alla scoperta di San Ciriaco e delle Sue rappresentazioni”. Si svolgeranno per due week end: il 5, 6, 12 e 13 maggio, con inizio alle ore 10.15 / 11.15 / 16.15 / 17.15 e 18.15. la seconda iniziativa è rivolta ai bambini. Si tratta di un laboratorio didattico in programma domenica 6 maggio, allE 16.30. Costo di € 3 a bambino, sopra i 5 anni, con prenotazione obbligatoria al 320.8773610.

Fiera di San Ciriaco, si spostano i capolinea dei bus Tre le navette per lasciare l’auto

La Fiera di San Ciriaco lascia il viale Steward e blocchi di cemento per la sicurezza

Ciriachini d’oro, gli anconetani simbolo sono Giorgia Speciale e Mario Piani

Con la fiera di San Ciriaco torna la tombola della Croce Gialla

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X