facebook rss

Ciriachini d’oro,
gli anconetani simbolo sono
Giorgia Speciale e Mario Piani

ANCONA – Decise le benemerenze, il massimo riconoscimento cittadino va alla campionessa di windsurf e un premio postumo alla memoria del fondatore del centro trasfusionale di Torrette. Cittadinanza onoraria al Cardinale Menichelli. La cerimonia in piazza Cavour, il prossimo 4 maggio
sabato 28 aprile 2018 - Ore 10:26
Print Friendly, PDF & Email

Giorgia Speciale con la bandiera italiana a Mondello

Ciriachini d’oro, Ancona premia i suoi cittadini modello. Il massimo riconoscimento cittadino quest’anno va alla giovanissima campionessa di windsurf Giorgia Speciale e alla memoria del dottor Mario Piani. Confermato il palco di onore per la cerimonia di consegna, che si terrà in piazza Cavour, nel giorno del patrono di San Ciriaco, 4 maggio, a partire dalle 12. La cerimonia sarà preceduta alle 10 dalla deposizione di un mazzo di fiori alla tomba del Santo e alle 10,30 dalla Santa Messa in Cattedrale. In caso di maltempo la cerimonia si sposterà al Ridotto del Teatro delle Muse. La giunta, dopo avere esaminato le numerose proposte pervenute, ha deciso di assegnare quest’anno due ciriachini d’oro (attestato di benemerenza con medaglia d’oro) a “persone che hanno contribuito a vario titolo alla crescita e allo sviluppo della città, sul piano sociale, economico e culturale” si legge nella motivazione del Comune. Alla diciottenne Giorgia Speciale, studentessa dell’ultimo anno di liceo, per i suoi grandissimi meriti sportivi, a tutti noti: atleta della SEF Stamura svolge l’attività agonistica in ambito internazionale già dal 2012 nella classe Techno 293 , ottenendo il podio in cinque Campionati Mondiali (3 ori e 2 argenti) e in tre Campionati Europei (3 ori), diventando così l’atleta che nella storia del windsurf giovanile ha vinto di più al mondo. La scelta della giunta è caduta su di lei anche per il senso di responsabilità che ha dimostrato nel conciliare carriera sportiva con lo studio e par la sua disponibilità verso la sua città di origine che spesso la coinvolge in eventi dedicati ai giovani. 
E’ alla memoria di un grande e stimato medico, il dottor Mario Piani l’altra medaglia d’oro: scomparso recentemente ha dedicato la sua vita al servizio trasfusionale, promuovendo all’azienda Ospedali Riuniti la nascita del Dipartimento interaziendale di Medicina Trasfusionale, grazie al quale si è attivata una rete fondamentale per garantire questo servizio di vitale importanza.

Numerosi gli attestati di civica benemerenza assegnati per questa festività: a Gianmario Strappati, giovanissimo musicista, solista di tuba, di incredibile talento, protagonista di una carriera sensazionale nei più prestigiosi festival europei; alla memoria di Umberto Micucci, pittore anconetano scomparso nel 2004, che ha portato in tutto nel mondo, fino in Australia, l’immagine di Ancona con i suoi scorci della campagna e del mare; alla casa di accoglienza Dilva Baroni, intitolata ad una donna di grande umanità e coraggio nella malattia, è attiva dal 1988 ad opera della parrocchia di Torrette. Svolge da allora un prezioso servizio nei confronti dei ricoverati e ai loro familiari; all’associazione ADA Marche, che si occupa da tempo degli anziani, promuovendo progetti e iniziative rivolti alla riduzione della solitudine e dell’inattività e al suo presidente Andrea Marini, attivo nella realtà sindacale e nel volontariato su più fronti, sempre in favore di anziani e persone fragili.

Daniele Traversetti

Attestato di benemerenza della città di Ancona anche alla memoria di Daniele Traversetti, il volontario Caritas scomparso improvvisamente di recente mentre era in strada, esempio di abnegazione e generosità; all’istruttore sportivo Fabrizio Cantarini, ai medici specialisti Raffaella Pagni e Roberto Ricciotti e all’infermiera Alice Franceschetti per avere concorso congiuntamente a salvare la vita di una frequentatrice del Centro Sportivo Eschilo Conero; alla coppia di coniugi Marta Marinelli e Giuliano Pacetti (80 anni entrambi), una vita dedicata – insieme, e con i loro figli – allo scoutismo e alla comunità di Pietralacroce; al dipendente dell’Azienda ospedaliera di Torrette Domenico Marsala, lavoratore modello a lungo in servizio al Pronto Soccorso per il suo comportamento sempre disponibile e accogliente verso pazienti e colleghi; ai volontari dell’Associazione nazionale Vigili del Fuoco – sezione di Ancona, per il loro impegno capillare nelle scuole e nelle piazze con lo scopo di diffondere la cultura della sicurezza e per la creazione del Museo dei Vigili del Fuoco; al Circolo di Mutuo Soccorso di Gallignano per la costante manutenzione del verde e del decoro della frazione; al Comitato Villa Turris che opera nel quartiere di Torrette combattendo il degrado su più fronti; e a tre attività commerciali “storiche”, che hanno tenuto testa ai cambiamenti e alla crisi, con tenacia e non pochi sacrifici: la Trattoria La Moretta, la Trattoria Villa Romana e la Gioielleria Rosi. 

Giorgio Rosi, il primo a sinistra, e gli altri commercianti di via degli Orefici

Attestati verranno consegnati anche a rappresentanti delle forze dell’ordine, segnalati per atti di coraggio, abnegazione e altruismo: ai carabinieri Giuseppe Caiazzo e Claudio Leuzzi, rispettivamente comandante e addetto stazione dei carabinieri Brecce Bianche, per la grande disponibilità in servizio e l’ottimo rapporto con istituzioni e cittadinanza; agli agenti della Questura di Ancona Geremia Lazzari e Maurizio Sagrini, per avere gestito una situazione di pericolo con un persona che stava per appiccare un incendio all’interno degli Uffici Enel e agli agenti e operatori Pierpaolo Lanci, Riccardo Marucci, Andrea Ottaviani e Andrea Badiali per avere salvato una persona con intenti suicidi; al Maresciallo della Guardia di Finanza Giovanni Baiano per avere soccorso un passante assalito da malviventi che intendevano derubarlo; ai Vigili del Fuoco Daniele Imperiale e Giuliano Casci per avere – il primo- salvato due bambini in mare a rischio di annegamento ; per avere rianimato- il secondo- un profugo colto da malore. Nel pomeriggio del 4 maggio alle ore 16,30 a Palazzo degli Anziani, un altro momento molto sentito dalla cittadinanza: si terrà la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a S.E. Cardinale Edoardo Menichelli, già Arcivescovo di Ancona – Osimo, proposta all’unanimità dal Consiglio comunale di Ancona e recepita dalla giunta.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X