facebook rss

A rischio il distaccamento
dei vigili del fuoco dell’aeroporto,
protestano le liste civiche e il M5S

TRASFERIMENTO - "Uniti per Falconara" ed altre liste civiche dei Comuni limitrofi, insieme ai gruppi consiliari dei grillini di Agugliano e Polverigi presentano un documento per il mantenimento del servizio a Falconara contro il possibile accorpamento a quello di Ancona
Print Friendly, PDF & Email

I vigili del fuoco di Falconara.

A rischio la partenza terrestre del distaccamento dei vigili del fuoco dell’aeroporto di Falconara, che potrebbe essere assorbita dal comando di Ancona. A lanciare l’allarme è la lista civica di “Uniti per Falconara”, insieme alle liste civiche dei comuni limitrofi “Amo il mio Paese” di Monte San Vito, “ApertaMente” di Chiaravalle, “Progetto Montemarciano”, “Il paese che vorrei” di Camerata Picena, il gruppo consiliare del M5S dei Comuni di Agugliano e Polverigi, che hanno chiesto che questo importante servizio venga mantenuto nel territorio falconarese in un ordine del giorno approvato all’unanimità.  «Questo servizio − si legge nel documento congiunto inviato dai gruppi consiliari − è destinato per l’esecuzione degli interventi di soccorso tecnico urgente rivolti prioritariamente ai Comuni di Falconara, Agugliano, Camerata Picena, Chiaravalle Montemarciano e Monte San Vito per un bacino di utenza quindi di circa 65mila abitanti che aumentano sensibilmente nei periodi estivi. È bene ricordare che nel 2016 il distaccamento ha effettuato oltre 1000 interventi di soccorso in questi territori con un forte abbattimento dei tempi di intervento rispetto alla partenza della sede di Ancona grazie al fatto di essere riusciti ad evitare il congestionato traffico cittadino del centro città». I gruppi consiliari e le liste hanno ricordato come il ministro Minniti avesse dichiarato che il distaccamento falconarese “ha prodotto risultati positivi è stato ritenuto vantaggioso mantenere l’attuale presidio anche dopo la conclusione dei lavori, nell’intento di assicurare alla cittadinanza un servizio di soccorso più efficiente”. Il Ministro aveva poi aggiunto che “l’attivazione in via permanente di un distaccamento terrestre nell’area interessata richiedendo dal punto di vista ordinamentale la previsione di un contingente di personale superiore a quello attualmente operante, potrà essere valutata e decisa solo successivamente ad un intervento normativo di potenziamento della dotazione organica del Corpo nazionale”.
Al momento non risulterebbero atti che dispongano il trasferimento del servizio ad Ancona, ma liste e gruppi consiliari tengono alta la guardia. «Prima di ogni altra riflessione attendiamo gli atti amministrativi − prosegue a nota −, ma siamo pronti a formale protesta. Il mantenimento di questo importante servizio a tutela della sicurezza e delle vite delle persone è l’obiettivo da perseguire da parte di chi ha a cuore il bene della nostra comunità».

Vigili del Fuoco, la giunta al Ministero: «Mantenere il presidio a Falconara e aumentare gli uomini»

 



https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fwww.cronacheancona.it%2F2017%2F12%2F02%2Fvigili-del-fuoco-la-giunta-al-ministero-mantenere-il-presidio-a-falconara-e-aumentare-gli-uomini%2F68905%2F&h=ATPymzXyITOKU298e83L0ZDZediJrpQsafygO0UOrjCkHb7B0QzZ3NXtl55XSuxCInrlivRFd6-yLjNceBcVWhkBE3Oeymfa5mOe3DpsQv3w9jcW4A
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X