facebook rss

Per i Dolphins prima vittoria esterna:
14-7 ai Guelfi di Firenze

FOOTBALL AMERICANO - Con il successo sui rivali toscani, i ragazzi di coach Rotelli allontanano lo spauracchio dei playout e rimangono in corsa per i playoff
Print Friendly, PDF & Email

I Dolphins in azione

 

Prima vittoria in trasferta per i GLS Dolphins Ancona che sbancano Firenze sconfiggendo i Guelfi 14 a 17. Decisiva per la vittoria finale è stata la marcia impassibile condotta nel secondo quarto di una bellissima partita, ricca di emozioni, giocata su di un grande equilibrio generale interrotto soltanto dalle grandi giocate dei protagonisti sul campo. Il primo quarto giocato ieri scorre con un ottimo football giocato da entrambe le parti ma che ha fruttato zero punti sul tabellone a tutti. Nel secondo periodo di gioco invece cambia tutto. I Dolphins sono costretti ad effettuare un punt sul quarto down e Cristiano Brancaccio è bravissimo a mettere la palla a poche yard dalla end zone Guelfa. Il forte quarterback Tony Dawson si trova così costretto a giocare il drive rintanato nella propria end zone, rimanendo, diciamo così, soffocato dalla grande difesa anconetana. Ne scaturisce una safety che vale i primi 2 punti per i dorici. Il successivo drive fiorentino non sortisce effetti. Non è invece così per i delfini che vanno in touchdown con Fellonte Misher per lo 0-8. Stessa cosa si ripete poco dopo. Il drive dei Guelfi è inconcludente, mentre Josh Dean con due super corse delle sue porta il proprio attacco nella red zone avversaria e per Fellonte Misher è un piacere correre per la seconda volta di fila in touchdown per lo 0-14 con cui si va al riposo. Nel terzo quarto l’inizio non è dei migliori per i Dolphins. I Guelfi escono dallo spogliatoio molto più grintosi e preparati a reagire a quanto visto e subito nel primo tempo. I marchigiani invece sembrano un po’ immobilizzati e incapaci di fare la stessa cosa. Tony Dawson sale in cattedra e tra una corsa ed un lancio manda in touchdown Vladimir Bemmo Pogo. La successiva trasformazione di Francesco Camorani porta la partita sul 7-14. L’ultimo quarto è al cardiopalma. Dean comincia a macinare yards tra corse e lanci ma non concretizza in touchdown. Si decide così di affidare il tutto al magico piede di Cristiano Brancaccio che trasforma il field goal per il 7 a 17. Il tempo inizia a scorrere ed in teoria dovrebbe farsi amico dei Dolphins, ma così non è. Dawson continua a far guadagnare yards ai suoi finchè non passa la palla a Mike Vannucci che realizza il touchdown (con relativo extra point di Camorani) per il 14-17. La paura che si vada a perdere all’ultimo, come accaduto contro Lions Bergamo e Ducks Lazio inizia ad attraversare chiunque tenga ai Dolphins. Ma quando tutto sembrava volgere verso il peggio ecco che Tommaso Bugatti intercetta un lancio di Dawson ridando palla a Josh Dean. E’ la svolta dell’incontro perché da questo momento in poi il fuoriclasse americano Josh Dean amministra il tempo e, inginocchiandosi due volte, porta il cronometro sullo 00:00 che consegna la vittoria ai dorici. Il record stagionale recita adesso 3-5 e tiene i ragazzi di Coach Roberto Rotelli in corsa per un posto ai play off e, soprattutto, scaccia via il rischio retrocessione che si era iniziato ad affacciare sabato sera dopo che gli Uta Pesaro avevano sconfitto i Giaguari Torino.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X