facebook rss

Ex Fiera, pronto il parcheggio Tir
in attesa del nuovo progetto del Mandracchio

ANCONA – Nei prossimi giorni l'entrata in funzione dello spazio sosta per i mezzi pesanti, aspettando il progetto di riqualificazione da parte di Comune e Ap per l'intera area del Mandracchio come centro direzionale del porto. Positivo il commento di Confartigianato Trasporti, che da tempo chiede soluzioni per sosta e viabilità dei trasportatori
Print Friendly, PDF & Email

 

Ex Fiera del Mandracchio, il parcheggio realizzato dalla demolizione dei padiglioni fieristici è pronto per accogliere veicoli industriali pesanti, Tir o bus. Soluzione temporanea, perché da tempo Comune e Ap ipotizzano per l’area del Mandracchio una nuova sistemazione come centro direzionale del porto, dove trasferire gli uffici sparsi lungo l’intero arco portuale. Plaude intanto all’apertura della nuova area di sosta la Confartigianato Trasporti, che da tempo chiede interventi a favore della categoria. Nei prossimi giorni l’Autorità portuale definirà viabilità e quali mezzi saranno ospitati dal piazzale. Positivo il commento di Confartigianato Trasporti. “Un risultato concreto questo della sistemazione definitiva del parcheggio per mezzi pesanti la cui destinazione finale dovrà essere decisa nei prossimi giorni e che ci auguriamo consenta anche ai vettori italiani ovvero quelli portuali di poter beneficiare di questa area dato che ad oggi c’è grande carenza di spazi” spiegano in una nota il presidente Angelo Pisa e il segretario Cgia Trasporti Gilberto Gasparoni. Altro punto fondamentale per l’associazione di categoria è la costante manutenzione delle strade interne al porto “che sono oggi pericolose ed impercorribili”. “Problemi questi che verranno affrontati, ci auguriamo, nei prossimi giorni per individuare soluzioni concrete ed immediate affrontando le questioni della viabilità e dei parcheggi alla Zipa individuando soluzioni condivise. Un intervento questo rivendicato da Confartigianato da tanto tempo , che è necessario accelerare perché i tempi si sono allungati oltre ogni misura” conclude l’associazione di categoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X