facebook rss

Il campo di rugby
per Cristian Alterio

FABRIANO - Il campo del Borgo in via Romagnoli sarà il Campo “Cristian Alterio”. Via libera del Prefetto di Ancona per l'intitolazione del campo. Fabriano, Jesi, Macerata, Fano e Gubbio in gara nel Memorial Cristian Alterio
Print Friendly, PDF & Email

 

Fabriano Rugby

 

“La casa” del Fabriano Rugby intitolata a Cristian Alterio. Si è conclusa la settimana di festeggiamenti del decimo anniversario della squadra di Rugby Fabriano. Chiusa nel migliore dei modi, e cioè, con l’intitolazione del campo cittadino all’amatore e giocatore di rugby Cristian Alterio, scomparso all’età di trentatrè anni nel 2011 per un male incurabile. Una cerimonia attesa, fortemente voluta dalla cittadinanza, di degno ricordo di un giovane conosciutissimo che è stato un giocatore, un musicista e un membro della band fabrianese Motozappa.

Sabato 19 erano presenti tutte le autorità cittadine, il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli, l’ex vescovo della diocesei Fabriano-Matelica Monsignore emerito Giancarlo Vecerrica, l’assessore allo sport Francesco Scaloni, il presidente regionale della Federazione Rugby, Maurizio Longhi, l’ingegnere Francesco Merloni, il presidente dell’Avis cittadino, Luciano Bano. 

Cristian Alterio

“Siate pellegrini e non vagabondi”, ha spiegato Monsignor Vecerrica, parlando della centralità dello sport. Perno della vita anche per l’Ingegner Merloni, che ha parlato con affetto della palla ovale lodando l’impegno messo in campo dal Presidente Antoine. “Sport e rugby come funzione educativa – ha spiegato l’Ingegnere –  avvicina ed accomuna ad una passione e li allontana dalle problematiche sociali e dalla strada”. Ha parlato di “passi nella giusta direzione” il Presidente del Comitato marchigiano Longhi, che ha salutato affermando che “Ci saranno sicuramente altre occasioni per festeggiare traguardi sportivi”. Alla festa presente anche il Presidente della consulta dello sport fabrianese Leandro Santini. Commosso il ricordo dei capitani del Fabriano Rugby che hanno accompagnato in campo la passione di un compagno di squadra che “ha passato la palla troppo presto”. Presente anche il Vespa Club di Fabriano, che ha voluto ricordare un compagno di “scorribande” su due ruote, ricordando anche che quelle iniziali “C.A.” contenute nel logo sono il tributo ad amico ben voluto da tutti. Commosso il ringraziamento della famiglia di Cristian, con padre, madre e sorella presenti. A parlare il padre, Cosimo, che ha raccontato l’emozione del progetto partito dalla società per intitolare il campo a Cristian. “Un gesto di questo tipo sta a significare che hai lasciato qualcosa a tante persone. Un gesto che ci sta a cuore e non finiremo mai di ringraziare la famiglia del Fabriano Rugby perché potrò vedere il nome di mio figlio tutti i giorni”.

Una festa, una giornata di sole, rugby e passione. Subito in campo con 6 squadre a confrontarsi per conquistare il terzo “Memorial Cristian Alterio”. Fabriano con due squadre, poi Jesi, Macerata, Fano e Gubbio. Due gironi all’italiana e poi le fasi finali con la vittoria finale del Macerata sugli umbri di Gubbio. Terzo e quarto posto conteso tra Fano e Jesi, con quest’ultimi a prevalere. Quinto e sesto posto confronto tra le due squadre fabrianesi. Più che una finale “decisiva” una finale folle dove ci sono stati cambi di maglia, superiorità numeriche e tante stranezze per una festa vera e propria in campo. Qualche attimo di pausa e poi l’atteso confronto tra la Senior e le Vecchie Glorie. Anche in questo caso partita giocato per il gusto dello spettacolo e con la voglia di ritrovarsi in campo dopo tanto tempo. Ancora una volta insieme. Ancora una volta con la palla ovale a legare tutti. Poteva mancare il terzo tempo? Assolutamente no, perché la musica è stata assoluta protagonista con i Petty di Pollon ed i Motozappa. Un momento per ricordare anche il legame che Cristian aveva con le sette note, visto che ha prestato la sua passione musicale di bassista con la band di rock “agromenziale”.  Il sogno del Fabriano Rugby di diventare grande continua. Impegno sportivo, costanza e dedizione: questi i cardini della crescita futura, con il desiderio di affermarsi in tutte le categorie e di creare un gruppo ancora più grande.

 

 

Il momento dell'intitolazione con il Vescovo emerito Vecerrica e con la presenza dalla famiglia di Cristian Alterio

Il momento dell’intitolazione con il Vescovo emerito Vecerrica e con la presenza dalla famiglia di Cristian Alterio

 

il presidente del Comitato Rugby Marche Maurizio Longhi con il presidente del Fabriano Rugby Pascal Antoine

il presidente del Comitato Rugby Marche Maurizio Longhi con il presidente del Fabriano Rugby Pascal Antoine

 

Sul palco Antoine con Francesco MerloniSul palco Antoine con Francesco Merloni

Sul palco Antoine con Francesco Merloni

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X