facebook rss

Feste del rugby 2018:
«Andiamo in meta con
la sicurezza ferroviaria»

ANCONA- Progetto congiunto di "Ansf", "Polfer" e "Fir" che vedrà venerdì 25 e sabato 26 il momento conclusivo dell'evento che punta a sensibilizzare i giovani studenti attraverso il rugby e i suoi valori. Milleseicento giovani atleti, novanta rappresentative e dieci scuole marchigiane impegnati al "Palaindoor" e nei campi "Nelson Mandela", "Dorico", "Ponterosso" e "Cus Ancona"
Print Friendly, PDF & Email

Si terrà ad Ancona venerdì 25 e sabato 26 maggio l’evento “Feste del rugby”, già ospitato in passato dalla città, prodotto dalla collaborazione tra “Ansf” (Agenzia Nazionale per la Sicurezza nelle Ferrovie),“PolFer” (Polizia Ferroviaria) e “Fir” (Federazione Italiana Rugby). 

La manifestazione inizierà venerdì alle 15 al campo da rugby Nelson Mandela delle Palombare, dove si terranno le esibizioni delle scuole e le competizioni under 16. Alle 18.30, all’interno del Palaindoor, si terrà la sfilata inaugurale. Parteciperanno circa 1.600 giovani atleti, più di 90 rappresentative e 10 scuole di marchigiane (6 di Ancona, 2 di Ascoli Piceno e 2 di Fermo).

Festa del rugby in una foto della scorsa edizione

La due giorni avrà come scopo principale l’educazione dei ragazzi e in particolare “il target a cui è rivolto il progetto è rappresentato dai bambini che vanno dai 10 ai 15 anni, in uno dei momenti più importanti della loro formazione e, trasmettere loro determinate nozioni, attraverso i valori del nostro sport, è l’inizio di un percorso volto a formare in un certo modo le persone, oltre che i rugbisti, di domani”, come dichiara Tullio Rosolen, responsabile del progetto scolastico del Fir.

Anche Antonio Pagano, funzionario dell’ Ansf pone l’accento sull’importanza di veicolare i giusti principi morali fin dalla tenera età, mostrando come “purtroppo, i comportamenti scorretti da parte degli utenti sono alla base di quasi il 90% degli incidenti. Per questo l’Ansf è impegnata da più di 5 anni in campagne di divulgazione dell’educazione in ambito ferroviario, condotte con il supporto della Polizia Ferroviaria e delle Federazioni sportive, con lo scopo di raggiungere in particolare i giovani”.

Agenti Polfer mentre giocano insieme ai bambini, Festa del rugby 2017

Sottolinea infine l’impegno della Polizia Ferroviaria anche Francesco De Cicco, dirigente del compartimento PolFer di Marche, Abruzzo e Umbria, che dimostra quanto sia importante anche lo sport in questa campagna di sensibilizzazione: “In occasione della Festa del rugby, divenuto ormai un appuntamento tradizionale, è lo sport ad aiutarci a trasmettere il messaggio al pubblico giovanile: troppo spesso sono i ragazzi a rimanere vittima di imprudenze causate dalla sottovalutazione o mancata conoscenza dei pericoli presenti in ambito ferroviari”.

 

L’evento è apprezzato anche dal Coni, come dimostra l’elogio del Presidente regionale Fabio Luna e dalla regione Marche, secondo le parole di Fabio Sturani, oltre che dal Comune di Ancona, definito “Fiero di ospitare anche l’edizione 2018” dall’assessore allo sport Andrea Guidotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X