facebook rss

Spara col fucile al figlio
al culmine di un litigio

CHIARAVALLE - Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che il padre 91enne dell'uomo colpito, abbia fatto fuoco sul figlio, Renato Rosati di 66anni, prendendolo di striscio, Nel pomeriggio l'anziano è stato arrestato e ristretto nel carcere di Montacuto con l'accusa di tentato omicidio aggravato, porto abusivo d’arma da fuoco e ricettazione
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Un litigio finito nel sangue. Al culmine della rabbia spara al figlio, colpendolo di striscio ad un braccio. È successo poco fa in un’abitazione nelle campagne di Chiaravalle. Secondo le prime informazioni trapelate, sembra che un uomo di 91 anni abbia imbracciato il fucile (regolarmente detenuto in casa) e al culmine di una lite per motivi familiari abbia sparato al figlio, Renato Rosati, di 66 anni. L’uomo ferito al braccio è stato soccorso dal 118, allertato dai vicini che hanno sentito lo sparo. Sul posto anche i Carabinieri della Stazione di Chiaravalle e del Norm di Jesi. L’arma è stata sequestrata. Sono in corso accertamenti per ricostruire la dinamica del fatto.

Nel pomeriggio il 91enne  è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio aggravato, porto abusivo d’arma da fuoco e ricettazione, quest’ultimo reato contestatogli perché il fucile calibro 12 utilizzato è oggetto di furto ai danni della ex moglie, avvenuto nel 2007. L’arrestato, dopo l’interrogatorio del Pm intervenuto sul posto, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Ancona.

(Servizio aggiornato alle 16.15)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X