facebook rss

La chiesetta di Portonovo
è tutta da toccare
per la biennale Arteinsieme

ANCONA- Presentato il progetto "Arteinsieme. La chiesa di S.Maria di Portonovo, un'esperienza multisensoriale", coordinato dal Servizio Educativo della Soprintendenza, a cui hanno partecipato l'Istituto Comprensivo Pinocchio Montesicuro di Ancona e i Dipartimenti DICEA e DIISM dell'Università Politecnica delle Marche
Print Friendly, PDF & Email

La Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio delle Marche ha presentato “Arteinsieme. La chiesa di S.Maria di Portonovo, un’esperienza multisensoriale”, avviato a settembre 2017 nell’ ambito della VII edizione della Biennale Arteinsieme promossa dal Museo Tattile Statale Omero. Il progetto cerca di promuovere la conoscenza e la fruizione del patrimonio culturale del territorio, oltre all’obiettivo di integrazione sociale e culturale delle persone con disabilità. 

A questo scopo i Dipartimenti dell’ Univpm hanno realizzato, mediante tecniche di fabbricazione additiva (stampa 3D), un modello sulla base del rilievo laser scanner del gruppo di ricerca Distori Heritage, mentre i ragazzi della classe III D della scuola secondaria di primo grado “Pinocchio-Montesicuro” hanno prodotto un libro tattile con tavole a rilievo e testi descrittivi, utilizzando materiali di riciclo. Quanto creato verrà messo a disposizione della chiesa, che rappresenta un autentico gioiello di architettura romanica, posto in uno scenario naturale di suggestiva bellezza a stretto contatto con il mare, nel corso di un evento inaugurale il prossimo 10 giugno dalle 16 alle 17.30 e vi rimarrà poi come lascito permanente.

Durante l’evento inoltre, gratuito e realizzato nell’ambito delle aperture della chiesa gestite da Italia Nostra, sarà inclusa una piccola degustazione di prodotti locali offerta dall’ Azienda Moroder di Montacuto e dall’ Hotel La Fonte di Portonovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X