facebook rss

Trovato impiccato a Varano:
è un uomo di 56 anni
Risolto anche il “giallo” del Cardeto

ANCONA - Le vittime di domenica hanno trovato un nome e cognome ieri pomeriggio dopo almeno 24 ore di buio. L'uomo che si è tolto la vita è stato riconosciuto dall'ex moglie, giunta in questura per denunciare la scomparsa. L'identità dell'altro è stata svelata attraverso la scoperta del libretto di circolazione dell'auto, lasciata fuori dal parco
martedì 10 luglio 2018 - Ore 09:38
Print Friendly, PDF & Email

L’area di Passo Varano dove si è consumata la tragedia

 

Suicidio di Varano e decesso al parco del Cardeto: risolti i misteri delle identità delle vittime, trovate entrambe senza documenti al momento della tragedia. Sia l’uomo che si è tolto la vita impiccandosi a un ramo ai bordi della strada, sia lo sportivo stroncato da un malore vicino al campo degli ebrei sono stati identificati ieri pomeriggio. Per quanto riguarda la tragedia di Varano, si tratta di un anconetano di 56 anni, operaio. A presentarsi in questura è stata l’ex moglie per denunciarne la scomparsa. Quando gli agenti le hanno mostrato la foto dell’uomo che ha deciso di farla finita domenica, non ha avuto dubbio ed ha immediatamente riconosciuto l’ex coniuge. L’uomo colpito da un presunto infarto mentre passeggiava al Cerdeto – mentre stava facendo nordic walking – è uno jesino di 55 anni. Anche addosso a lui non erano stati trovati documenti identificativi. Alla fine, il giallo è stato risolto attraverso il ritrovamento di un’auto che la vittima aveva lasciato fuori dal parco. Dal libretto di circolazione, gli uomini della questura sono arrivati a dare un nome e cognome al 55enne. Nel frattempo, si sarebbe anche fatto vivo un lontano parente per il riconoscimento formale del corpo.

Trovato senza vita al parco del Cardeto: vittima identificata dopo ore

Si toglie la vita ai bordi della strada, tragedia a Varano: il corpo ancora senza un nome

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X