facebook rss

Picchiato e preso a ombrellate
lungo corso Garibaldi,
aggressore condannato

ANCONA - Vittima, lo scorso marzo, era stato un pittore che passeggiava in centro. In due lo avevano avvicinato, sbeffeggiato e aggredito. La coppia di rapinatori era finita a Montacuto. Uno, questa mattina, è stato condannato in abbreviato a tre anni e quattro mesi di reclusione. L'altro, invece, è stato rinviato a giudizio
Print Friendly, PDF & Email

La polizia in corso Garibaldi all’epoca del fatto

 

Lo avevano agganciato, aggredito e buttato a terra lungo corso Garibaldi. Il tutto per prendergli la tela che la loro vittima, un pittore di 44 anni, teneva in mano. La rapina era stata scongiurata da un finanziere fuori servizio, intervenuto per sedare il caos fino all’arrivo della polizia. Erano stati gli agenti della questura a rintracciare i due aggressori, un 20enne di origine tunisina e un 21enne anconetano. Quest’ultimo, in mattina è stato condannato per quell’episodio a scontare tre anni e quattro mesi di reclusione. Assistito dall’avvocato Nicoletta Pelinga, ha scelto di farsi giudicare con il rito abbreviato. Il complice è stato rinviato a giudizio in un’udienza a parte.  Per entrambi l’accusa è tentata rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. Tutto era avvenuto il 13 marzo scorso, poco prima delle 20, all’incrocio con piazza Roma. Il pittore stava passeggiando lungo il corso, quando la coppia di rapinatori lo aveva avvicinato. L’aggressione era stata fulminea. In tutti i modi aveva cercato di prendergli la tela che la vittima teneva sotto il braccio e, forse, puntavano anche al cellulare dell’uomo preso di mira. Il pittore era stato fatto cadere per terra, ma – stando al racconto del 44enne – le botte erano continuate anche con l’ausilio di un ombrello. Era dovuto intervenire in un primo momento un finanziere fuori servizio, picchiato anche lui, poi gli agenti della questura. La coppia di rapinatori era stata fermata poco dopo l’aggressione e portata negli uffici di via Gervasoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X