facebook rss

Violenza sessuale in ospedale,
sospeso l’infermiere

MACERATA - Il provvedimento, preso oggi, è di 30 giorni. Sarà aperta anche una indagine disciplinare. Il direttore Maccioni: «Episodio increscioso, una cosa inaudita»
Print Friendly, PDF & Email

L’ospedale di Macerata

 

Violenza sessuale in ospedale, sospeso l’infermiere finito al centro dell’indagine della procura. La decisione è stata presa questa mattina dall’Area Vasta 3. «Episodio increscioso, che se provato così come descritto, esposto nella denuncia, è una cosa inaudita e saremo severissimi» dice il direttore Alessandro Maccioni. La vicenda risale allo scorso 10 luglio quando, stando alle indagini svolte dalla Squadra mobile di Macerata, la ragazza, sui 30 anni, mentre si trovava ricoverata in un reparto dell’ospedale di Macerata sarebbe stata convinta da un infermiere che aveva conosciuto nei giorni precedenti a seguirlo in una stanza vuota. Lì la ragazza sarebbe stata costretta dall’uomo ad avere con lui un rapporto sessuale. La giovane donna aveva poi denunciato tutto e dopo la segnalazione dell’ospedale alla polizia erano partite le indagini che hanno portato a individuare il presunto responsabile.

Alessandro Maccioni

Ora l’azienda sanitaria ha deciso di sospendere l’infermiere. Il provvedimento è di 30 giorni. Il direttore dell’Area vasta spiega che «Attendiamo di conoscere l’esito delle indagini. Comunque, anche dovendo risultare che la ragazza era consenziente, il dipendente avrebbe commesso una condotta illecita come dipendente pubblico: in orario di lavoro e all’interno di un reparto ospedaliero». Sospensione a parte, sarà anche aperto un procedimento disciplinare.  

(Gian. Gin.)

https://www.cronacheancona.it/2018/07/14/violenta-una-paziente-in-ospedale-individuato-il-responsabile/114338/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X