facebook rss

Il messaggio agli sportivi
dell’arcivescovo Dal Cin

LORETO - In occasione dell’inizio dell’attività agonistica 2018-2019, l’arcivescovo delegato pontificio di Loreto ha ricordato le parole di Papa Francesco esortando i genitori ad aiutare i propri figli a vivere "lo sport come una 'famiglia umana', non come un luogo di pura competizione o di sopraffazione"
venerdì 14 Settembre 2018 - Ore 15:00
Print Friendly, PDF & Email

Mercoledì scorso, 12 settembre, in occasione dell’inizio dell’attività agonistica 2018-2019, l’arcivescovo delegato pontificio di Loreto, mons. Fabio Dal Cin, ha presieduto la Santa Messa delle 18.30 nella Basilica della Santa Casa alla presenza dell’intero organico degli atleti e dei dirigenti facenti parte della Circolo Sportivo Loreto. Presenti anche molti genitori, soprattutto degli atleti più piccoli, nell’omelia Mons. Dal Cin ha ricordato alcune parole di Papa Francesco sullo sport: «Sappiamo – ha detto il Papa – come le nuove generazioni guardano e si ispirano agli sportivi!»  ha detto il Santi Padre. “Aiutate dunque anzitutto i vostri figli, genitori – ha rimarcato l’arcivescovo – a guardare quei protagonisti dello sport che siano un esempi di generosità, di umiltà, di sacrificio, di costanza e di allegria, di spirito di gruppo, di rispetto, di sano agonismo e di solidarietà con gli altri. Famiglie aiutate i vostri figli a vivere lo sport come una ‘famiglia umana’, non come un luogo di pura competizione o di sopraffazione.”  Nel corso della Messa è stato anche ricordato, a quattro anni dall’ascesa in cielo, padre Ilarino, fondatore della “Splendor”, una delle anime da cui è sorto il C. S. Loreto. Al termine della celebrazione, in Piazza della Madonna, il presidente del Circolo Sportivo Loreto, Andrea Capodaglio, ha presentato alla città di Loreto l’intero organico del C.S. Loreto, sottolineando “la responsabilità educativa che ha una società sportiva nei confronti dei propri iscritti, in particolare verso i bambini, i giovanissimi e i giovani, un vivaio che conta complessivamente circa 200 ragazzi”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X