facebook rss

Mondo della cultura in lutto:
addio alla pittrice
e scrittrice Elsa Volpini

FALCONARA - Aveva quasi 92 anni e viveva a Falconara da oltre 60. Il cordoglio del Circolo Antognini di Ancona. Il funerale venerdì pomeriggio nella chiesa Beata Vergine del Rosario
Print Friendly, PDF & Email

Elsa Volpini

E’ con grande costernazione che il circolo culturale Carlo Antognini di Ancona apprende della morte, avvenuta ieri sera, della nota pittrice e scrittrice Elsa Volpini, avvenuta all’età di 91 anni, anzi quasi 92, dato che era nata il 27 novembre 1926 a Rosciano di Fano, ma viveva a Falconara da oltre 60 anni. Elsa aveva dedicato la sua vita alla pittura, partecipando a numerose mostre personali e collettive, a Firenze, Roma, Urbino, Ancona e altrove, oltre che con il circolo Antognini; era stata premiata da Vittorio Sgarbi a San Severino Marche, ma quello che la caratterizzava era la sua voglia di imparare, di migliorarsi. Ormai ottuagenaria, Volpini insegnava in un corso di pittura a Chiaravalle e udite, udite, andava a lezione da un pittore di Pesaro. Mai sazia e i risultati si vedevano. In coloro che si stupivano di fronte ai suoi acquarelli, che rimanevano incantati davanti ai suoi disegni, memorabile la personale che si era tenuta all’Atelier dell’Arco amoroso diversi anni fa, dove aveva avuto l’attenzione della Rai, oltre che della stampa. Eppure aveva avuto una vita difficile, durante la seconda guerra mondiale era sfuggita a un tentativo di stupro da parte di due soldati tedeschi, che le correvano dietro e lei era saltata dalla finestra, finendo in mezzo al granoturco e da lì via lontano. Militari che, per ritorsione, hanno poi incendiato la casa con la nonna paralizzata dentro. Ed Elsa, probabilmente, quel senso di colpa se lo era sempre portato dentro, tanto che nemmeno la pubblicazione del suo libro “Era una piana fertile e ghiaiosa” memorie di un ventennio difficile (1926-47), edito nel 2004, sulle tristi vicende della sua vita, sembrava averla placata. Nel 2009 era seguito “Cani qualunque” storie minime di Elsa Volpini, un testo che legge tutto d’un fiato anche chi non ama i cani. Elsa era generosa, durante l’ultima mostra collettiva del circolo Carlo Antognini a cui aveva partecipato, al Rettorato, aveva portato gli strumenti del mestiere, creato dei dipinti che poi aveva regalato agli intervenuti. Elsa Volpini lascia un figlio e tutti coloro che le hanno voluto bene. Il funerale si terrà venerdì prossimo alle ore 15 presso la chiesa Beata Vergine del Rosario a Falconara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X